Le protezioni di Outlook 2007: l’accesso programmatico

di Agnese Bascià

scritto il

Continuiamo il discorso sulla sicurezza e sulle misure di protezione implementate in Microsoft Outlook 2007; dopo la gestione delle macro analizziamo l’accesso programmatico.

Accediamo alle impostazioni delle misure di sicurezza da “Strumenti | Centro di protezione”, quindi selezioniamo la sezione “Accesso programmatico”.

Questa soluzioni di Microsoft Outlook 2007 è particolarmente interessante, perché interagisce con eventuali programmi antivirus presenti sul computer, “facendosi da parte” ogni qual volta lo desideriamo o associandosi ad essi per una maggiore protezione.

L’attività che viene monitorata da Outlook consiste nell’accesso alla rubrica e agli indirizzi di posta elettronica e nell’invio di email per conto dell’utente.

Se sul PC non è installato alcun antivirus, in questa sezione comparirà il seguente messaggio: “Stato antivirus non valido. Questa versione di Windows supporta il rilevamento dei programmi antivirus, ma non è stato trovato nessun programma antivirus”.

A prescindere comunque dal fatto che un antivirus sia o meno installato, possiamo scegliere l’opzione “Segnala attività sospette se il software antivirus è inattivo o non aggiornato”. In questo modo tutte le attività che possano essere sospettate di portare a termine un attacco, vengono segnalate.

Scegliendo l’opzione “Segnala sempre attività sospette” si prescinde dal software antivirus e Outlook individuerà da sé le attività potenzialmente dannose sempre e comunque.

L’ultima opzione, “Non segnalare mai attività sospette”, rientra fra quelle non consigliate, perché abbatte i controlli, esponendo il programma ad attacchi.