Filtrare ed etichettare la posta con Gmail

di Agnese Bascià

scritto il

Gmail, il Web client di posta elettronica firmato Google, ha da poco incrementato le sue funzionalità, potenziando quelle già presenti e aggiungendone di nuove.

Le feature più utili alla classificazione della posta e alla ricerca delle email all’interno del database sono sicuramente il filtraggio e l’etichettatura dei messaggi.

Queste funzioni non sono nuove, ma hanno acquisito nuova linfa grazie ad un upgrade. Vediamo dunque come procedere per filtrare le email e assegnare al filtro un’etichetta.

Le due funzioni sono strettamente correlate sia dal punto di vista logico che visuale, perché in realtà i messaggi filtrati vengono contemporaneamente etichettati.

Etichette Gmail

Una volta creato l’account Gmail, dopo il login, si può accedere a menu “Impostazioni | Etichette” e inserire il nome dell’etichetta nel rigo “Crea una nuova etichetta”: ad esempio, GMAIL per archiviare tutta la posta che arriva sull’indirizzo “nome@gmail.com”. Si possono creare più etichette alle quali successivamente associare un colore.

A questo punto settiamo i filtri dal menu “Impostazioni | Filtri”. I criteri possono essere molteplici ed eventualmente anche sovrapporsi gli uni agli altri (per cui avremo uno stesso messaggio segnato con più etichette) e per aggiungerli bisogna cliccare su “Crea nuovo filtro” per impostare i criteri: email proveniente “da”; destinata “a”; che “contiene” o “non contiene” alcuni termini o avente un determinato “oggetto”.

Procediamo ad associare al filtro un’etichetta e al momento dello smistamento della posta (che avviene in automatico all’arrivo dei messaggi) noteremo che è stata apposta anche la corrispettiva etichetta.

Dalla home page di Gmail è possibile associare un colore ad ogni singola etichetta, che verrà mostrata nella sua variante cromatica prescelta accanto al messaggio ricevuto. Ad occhio saremo in grado di identificare il mittente o il contenuto o l’oggetto del messaggio prima ancora di aprirlo a seconda del filtro settato.

I Video di PMI

La mia attività su Google my business: i dati che danno soddisfazione