Tratto dallo speciale:

Autoconsumo e comunità energetiche: incentivi al via

di Redazione PMI.it

scritto il

Istituiti autoconsumo collettivo tra famiglie e comunità energetiche da Rinnovabili tra persone, PMI ed enti: tariffe scontate e cumulo con Superbonus.

Pronto il decreto attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico che definisce la tariffa incentivante per promozione dell’autoconsumo collettivo e le comunità energetiche da fonti rinnovabili, permettendo in pratica a privati cittadini, PMI ed enti locali di consumare l’energia che producono. Anche tramite l’impiego dei sistemi di accumulo.

Il provvedimento, oltre ad introdurre nuovi incentivi alle Rinnovabili, rende operativa la misura introdotta con l’ultimo decreto Milleproroghe, in anticipo rispetto ai tempi di attuazione delle direttive europee in materia. Obiettivo, favorire la transizione energetica ed ecologica del sistema elettrico in Italia verso un modello decentrato, alimentato con energie pulite.

La nuova legge regolamenta l’autoconsumo collettivo tra famiglie o condomini e le comunità energetiche, a cui possono partecipare persone fisiche, PMI ed enti locali, ubicati in un perimetro condiviso.

L’incentivo sarà regolato dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE). La tariffa per l’energia autoconsumata sarà pari rispettivamente a:

  • 100 €/MWh per le configurazioni di autoconsumo collettivo;
  • 110 €/MWh per le comunità energetiche rinnovabili.

L’incentivo è riconosciuto per un periodo di 20 anni. La novità interessante è che la nuova tariffa incentivante è cumulabile con il Superbonus al 110% nei limiti di legge.

I Video di PMI

Aumento IVA: la clausola di salvaguardia