Tratto dallo speciale:

Avvio start-up e interventi ICT: bandi in Piemonte

di Teresa Barone

scritto il

Incentivi alle start-up e alle PMI che avviano progetti ICT: due nuovi bandi promossi dalla CCIAA di Asti.

C’è tempo fino al 31 ottobre 2014 per inviare le domande di accesso ai bandi della Camera di Commercio di Asti, che promuove due strumenti di finanziamento a favore delle imprese volti rispettivamente a incentivare la nascita di start-up e la diffusione di servizi ICT avanzati  nelle PMI. Grazie a una dotazione finanziaria pari a 60mila euro, la CCIAA eroga contributi in conto capitale per la copertura parziale delle spese, sia materiali sia immateriali, sostenute per l’avvio di nuove imprese e per gli interventi ICT promossi dalle piccole e medie aziende esistenti.

=> Contributi alle start-up innovative piemontesi

Bando start-up

Il bando a favore delle start-up è destinato alle micro imprese nate dopo il 31 ottobre 2013 e guidate da giovani fino a 35 anni, soggetti inoccupati e disoccupati, lavoratori con orario e reddito ridotto, occupati a rischio di disoccupazione. Il contributo massimo erogabile è pari a 5mila euro per impresa.

Bando servizi ICT

A favore delle PMI che promuovono l’acquisizione di servizi ICT sono invece previsti contributi fino a 700 euro per l’attivazione di collegamenti a Internet veloci e performanti (rete fissa, satellitare, wi-fi banda larga, Hiperlan, WiMAX). Le imprese possono anche ottenere incentivi fino a 3mila euro per l’avvio di e-commerce e business online.

=> ICT: Contributi alle PMI piemontesi

Tutti i dettagli dei bandi, compresa la modulistica, sono pubblicati sul sito della CCIAA di Asti (bando start-upbando servizi ICT).