Certificazioni di qualità: incentivi alle PMI in Lazio

di Teresa Barone

scritto il

La CCIAA di Viterbo stanzia contributi alle imprese e ai consorzi del territorio per favorire certificazioni di qualità e responsabilità sociale: plafond di 180 mila euro.

La Camera di Commercio di Viterbosostiene le imprese della provincia che vorranno potenziare la competitività attraverso nuove certificazioni di qualità. Anche per il 2012, infatti, la CCIAA mette a disposizione delle PMI un fondo pari a 180 mila euro.

Contributi per certificazioni di qualità

Gli incentivi concessi dalla Camera di Commercio sono destinati alle imprese che vorranno munirsi di certificazioni di qualità, di sicurezza sul lavoro, di responsabilità sociale, delle attestazioni SOA e per la predisposizione del Piano di Controllo della Produzione di Fabbrica, oltre alle certificazione dei Sistemi di Gestione della Sicurezza sul Lavoro in base alle norme OHSAS 18001.

Ferindo Palombella, presidente della CCIAA di Viterbo, ha illustrato il bando mettendo in evidenza il vantaggio per le imprese in termini di competitività e accesso ai mercati internazionali.

«Fin dall’inizio abbiamo voluto offrire alle aziende uno stimolo per acquisire strumenti operativi e mezzi di valorizzazione finalizzati a elevare il loro standard qualitativo. In questo modo possono essere più competitive e accedere a quei mercati che, altrimenti, gli verrebbero preclusi. Per questo motivo, nonostante le minori risorse a disposizione, abbiamo voluto mantenere sostanzialmente integro il capitolo dedicato ai contributi alle imprese per le Certificazioni.»

Il bando è pubblicato sul sito della CCIAA di Viterbo