Imprese Emilia-Romagna: risorse per investimenti e occupazione

di Redazione PMI.it

scritto il

Bando per le imprese che vogliono insediarsi o espandere la propria attività in Emilia-Romagna, generando nuova occupazione sul territorio.

La Regione Emilia-Romagna promuove un nuovo bando per attirare investimenti sul territorio, con ricadute positive sull’occupazione. Grazie allo stanziamento di 20 milioni di euro per il biennio 2022-2023, il sistema produttivo locale può contare su nuove risorse volte a potenziare la capacità innovativa e creare nuovi posti di lavoro.

Il bando si rivolge alle imprese singole che esercitano attività diretta alla produzione di beni e di servizi e che vogliono insediarsi o espandere la propria attività in Emilia-Romagna (in questo caso con almeno una unità locale sul territorio), prevedendo l’incremento occupazionale come requisito fondamentale per accedere ai contributi: i programmi di investimento, infatti, dovranno anche stabilire l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di almeno venti nuovi addetti.

Vogliamo continuare a creare le migliori condizioni per far crescere le imprese insediate in Emilia-Romagna e farne arrivare altre, sulla base però di progetti industriali seri e innovativi, sostenibili e che portino lavoro di qualità. Puntiamo soprattutto sui settori ad alto valore aggiunto, che prevedano investimenti in ricerca e sviluppo, in collegamento con la rete regionale dei Tecnopoli, coinvolgendo i nostri atenei e il mondo produttivo, nella Data Valley emiliano-romagnola – affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale allo Sviluppo economico e lavoro, Vincenzo Colla.

Il bando è mirato a selezionare proposte di investimenti di alta rilevanza strategica e a elevato impatto occupazionale, che comprendano attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale. Le risorse stanziate potranno essere usate per avviare investimenti che dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre del 2023. Art-ER, l’Agenzia di sviluppo regionale, fornirà assistenza tecnica nelle varie fasi di selezione e valutazione dell’investimento proposto.

I progetti relativi al bando dovranno essere presentati sulla piattaforma informatica Sfinge a partire dal 15 luglio 2021 e fino al 15 ottobre 2021.