Sicurezza sul lavoro: Bando ISI INAIL 2019 al via

di Redazione PMI.it

scritto il

Riparte il Bando ISI INAIL che concede finanziamenti alle imprese che investono in progetti per la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro.

Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 297/2019, l’Avviso pubblico ISI 2019 dell’INAIL, come ogni anno finalizzato al finanziamento delle imprese per la realizzazione di progetti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

L’obiettivo è incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

=> Sicurezza lavoro e sanzioni: occhio alle scadenze

Beneficiari ISI INAIL 2019

I soggetti destinatari dei finanziamenti del Bando ISI 2019 sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale che siano iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura, oltre che gli enti del terzo settore (Asse 2).

Assi di finanziamento e progetti finanziabili

Cinque gli assi di finanziamento per uno stanziamento totale di 251.226.450 euro, ripartiti per regione/provincia autonoma e per Assi di finanziamento. Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento:

  1. Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2);
  2. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2;
  3. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3;
  4. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4;
  5. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli -Asse di finanziamento 5 (sub Assi 5.1 e 5.2).

=> Sicurezza lavoro: regole per erogare corsi in azienda

Finanziamento

Il finanziamento in conto capitale è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA:

Per gli Assi 1 (sub Assi 1.1 e 1.2), 2, 3 e 4 nella misura del 65% e con i seguenti limiti:

  • Assi 1 (sub Assi 1.1 e 1.2), 2, 3, fino al massimo erogabile di 130.000,00 euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000,00 euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (sub Asse 1.2) non è fissato il limite minimo di finanziamento.
  • Asse 4, fino al massimo erogabile di 50.000,00 euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000,00 euro.

Asse 5 (su Assi 5.1 e 5.2) nella misura del:

  • 40% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);
  • 50% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.2 (giovani agricoltori).

Il finanziamento massimo erogabile è pari a 60.000 euro, mentre il finanziamento minimo è pari a mille euro.

=> Infortuni lavoro e rendite INAIL: importo indennizzi

Domanda

La domanda deve essere presentata in modalità telematica sul sito INAIL,, con successiva conferma attraverso l’apposita funzione presente nella procedura per la compilazione della domanda online di upload/caricamento della documentazione come specificato negli Avvisi regionali/provinciali. La procedura informatica che verrà attivata dall’INAIL consentirà ai beneficiari, attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli Avvisi regionali.

Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi , saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata all’Avviso ISI 2019, entro il 31 gennaio 2020.

I Video di PMI

Consultazione dei sussidi di disoccupazione INPS