La settimana Microsoft per le PMI

di Paolo Iasevoli

scritto il

Dal 19 al 23 Marzo Microsoft si dedica completamente alle PMI con un Summit online dove presenterà nuovi prodotti e iniziative

Per Microsoft questa appena iniziata è la settimana dedicata alle PMI. Dal 19 al 23 si svolgerà infatti il Small Business Summit, un evento online per cui la società di Redmond prevede la partecipazione di oltre 30.000 Piccole e Medie Imprese di tutto il mondo.

La tendenza che sta emergendo in seno a Microsoft è quella di continuare con gli incentivi alle imprese che scelgono i suoi prodotti. Recentemente è stata lanciata l’iniziativa per premiare le società che utilizzano il motore di ricerca Live Search, alle quali vengono corrisposti dei crediti per l’acquisto di prodotti Microsoft.

La strategia è stata intensificata ieri con un altro progetto: tutte le imprese in possesso della versione originale di Windows potranno provare gratuitamente alcuni software per un determinato periodo di tempo.

L’iniziativa fa parte del programma Windows Genuine Advantage e ha il duplice scopo di combattere la pirateria grazie all’auto-certificazione che le imprese compieranno e di promuovere sul campo nuovi prodotti. In particolare, sarà possibile provare per 7 giorni il servizio business credit-report checks e per 6 mesi Microsoft Office OneNote 2003.

Un’altra novità per le PMI è Microsoft Response Point, un telefono dotato della tecnologia di riconoscimento vocale che opera sia su linee tradizionali sia tramite VOIP. Il prodotto è stato sviluppato da un team indipendente che ha focalizzato la propria attenzione sulle PMI e, secondo il manager di Microsoft Jeff Smith, Response Point rappresenta un’alternativa alle PBX (Private Branch eXchange), essendo più semplice da usare e non richiedendo particolari competenze tecniche.

Le PBX, centrali private che gestiscono la rete telefonica interna, hanno già trovato nel Voip una valida alternativa e Microsoft intende cavalcare il trend della telefonia tramite internet con un prodotto espressamente dedicato.

Inoltre, il riconoscimento vocale dovrebbe rendere più semplice e veloce gestire le chiamate: basta pronunciare il nome della persona da telefonare oppure visualizzare sul pc i dati personali di chi ci sta chiamando.

Al Summit online è intervenuto anche Bill Gates che in un video ha espresso il suo pensiero riguardo alle PMI che «hanno bisogno di semplificare i processi per portare a termine i compiti quotidiani».