AgCom: multe per cambio operatore e consultazione su tariffe

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

L'AgCom ha sanzionato gli operatori TLC per scarsa trasparenza e assistenza in caso di migrazione verso i concorrenti. Aperta anche una consultazione pubblica per le tariffe fino al 2012

Migrazione verso altro operatore TLC? Sempre più difficile, tanto da essere multati per scarsa trasparenza sulle procedure e inadeguata assistenza clienti telefonica: è la decisione dell’AgCom, che ha comminato multe per oltre 930mila euro.

Avviata anche una consultazione pubblica nazionale sulle tariffe all’ingrosso legate ai servizi unbundling (ultimo miglio) valide da maggio 2010 fino al 31 dicembre 2012 e in linea con gli standard UE: 8.70, 9.26 e 9.67 euro al mese nei tre anni di riferimento.

L’Autorità ha sanzionato per 290mila euro Telecom Italia, Wind, Fastweb, Tiscali Italia e Opitel-Tele2, per non aver rispettato le regole di gestione pratiche e identificazione dell’operatore, mentre altri 58mila euro hanno riguardato H3G, che non disponeva di assistenza gratuita ma solo a pagamento.

Altre multe a BT Italia e Wind, rispettivamente 232mila e 58 mila euro, per motivi legati alla mancata osservanza della normativa sul diritto di recesso. A queste si aggiungono altre sanzioni a Visitel, Noatel, Unidata e ancora Wind per ulteriori 58mila euro, questa volta colpevole di passaggio ad altro operatore senza il preventivo consenso del titolare della linea.

I Video di PMI