Tratto dallo speciale:

Imprese sulla strada dell’innovazione

di Barbara Weisz

scritto il

Digitalizzazione e innovazione per le PMI del Made in Italy: novità e proposte IT, premi ed eccellenze, necessità business e trend di mercato. Bilancio di SMAU 2015.

Digitalizzazione delle PMI e valorizzazione delle start-up innovative a beneficio dell’economica italiana: questi, tirando le somme, i temi al centro dell’edizione 2015 di SMAU, come sintetizzato da Marco Gay, Presidente Giovani Imprenditori di Confindustria, insieme a Pierantonio Macola, Presidente di SMAU, consegnando i premi Innovazione e competitività:

 «La manifattura italiana conosciuta a livello globale e la creatività Made in Italy unite all’innovazione rappresentano un’opportunità unica al mondo, un volano che può fare del Paese un baricentro europeo».

=> SMAU Milano 2015 per il Made in Italy 4.0

Tecnologie per il Business

Tra le novità da segnalare, accanto ai consueti convegni e  worskshop, quest’anno c’era anche uno spazio dedicato alle novità normative e alle tecnologie a disposizione delle PMI per attuarle: in primis la fatturazione elettronica, con 30 diverse soluzioni disponibili. Ad offrire tecnologia business un intero ecosistema di fornitori IT e partner: fra gli stand in fiera, infatti, ampio spazio per i big della tecnologia (Airwatch by VMware, Aruba, AVM, Cisco, Clouditalia Telecomunicazioni, Edisoftware, Google for Work, HP, IBM, Microsoft, SAP, Sistemi, Telecom Italia-TIM, Vodafone, Wacom, Zucchetti) ma anche oltre  300 start-up innovative.

=> Digitalizzazione PMI: stato dell’arte in Italia

Un mercato in fermento quello del Software e Servizi, che nel 2015 in Italia ha segnato finalmente una ripresa, confermata dal Rapporto Assintel e ricordata da Macola: 

«ripresa del mercato e necessità di adozione, da parte delle aziende, delle più moderne tecnologie digitali per ripensare tutte le dimensioni del business e per renderlo più competitivo e aderente alle aspettative del mercato».

Interessante la crescita del 20% nell’utilizzo del Cloud tra le imprese, un dato che il presidente di SMAU definisce «decisamente interessante a cui si aggiunge un crescente interesse del tessuto industriale italiano, presente alla manifestazione, per le innovazioni generate dall’ecosistema startup». Non a caso, il Salone ha dedicato ampio spazio al Cloud, la nuvola digitale per archiviare e gestire documenti, servizi e sistemi su spazio virtuale: la tecnologia è da qualche anno al centro delle proposte SMAU, registrando una continua evoluzione.

=> Osservatorio Startup hi-tech: investimenti 2015 in Italia

Premi

Il premio Lamarck, tradizionale riconoscimento per startup pronte a supportare l’innovazione e l’evoluzione delle imprese, è andato a: IDX – Innovative Digital eXperience (Cloud, realtà aumentata, Mobile App, cataloghi digitali, soluzioni di e-commerce…), Revoilution (produzione di olio extra vergine di oliva espresso) e Madai (shopping online). Per le vincitrici, iscrizione gratuita a Tech Marketplace, piattaforma digitale di Intesa Sanpaolo che favorisce l’incontro tra domanda e offerta di innovazione tecnologica per le imprese, e Aruba Cloud Startup, progetto ideato per offrire i benefici dell’architettura cloud alle imprese, con voucher di 6mila euro in tre anni.

Il premio Spot-Up per l’innovazione e la creatività è invece andato a Driver2Home, servizio di autista sostitutivo, che si aggiudica la fornitura di risorse Cloud da parte di Clouditalia per un valore di 3mila euro.

Infine, i premi Innovazione Digitale, in sei categorie: gestionali evoluti per migliorare le performance, digitale per fare business, open innovation, mobile app che semplificano la vita, comunità digitali. Fra le premiate, Equitalia con il servizio CBILL per pagare via home banking le cartelle esattoriali, Mauro Morelli Marmi, che con il marchio Apuana Corporate rilancia l’artigianato del marmo in chiave digitale, Bolaffi, storico gruppo torinese punto di riferimento per i collezionisti di francobolli, con la app che permette di calcolare la quotazione di mercato del proprio francobollo.

Mercato

SMAU Milano 2015, commenta Agostino Santoni, amministratore delegato Cisco Italia:

«ha confermato il desiderio di accelerare il processo di digitalizzazione del Paese da parte di tutti i player che possono dare un contributo fattivo. Il nostro Paese è ricco di talento e di giovani che sono pronti a dare vita a un nuovo modo di fare impresa e vanno supportati ad ogni livello, affinché possano lavorare e collaborare in modo veloce, snello, flessibile e interconnesso.

Aggiunge Maria Cristina Farioli, Direttore Marketing, Communication e Citizenship di IBM Italia:

«La trasformazione digitale è oggi più che mai possibile anche per le imprese italiane di ogni settore e dimensione».

Sottolinea poi Adriano Ceccherini, General Business Director SAP Italia:

«Oggi più che mai, è importante che le piccole e medie imprese possano investire per costruire al meglio il loro futuro, sia nel mercato nazionale che internazionale, e in questo percorso tecnologia e innovazione sono fattori imprescindibili».

Da Sistemi, infine, confermano come i principali argomenti di interesse siano:

«inerenti alle soluzioni che permettono alle aziende di tenere sotto controllo l’andamento economico, quindi il Controllo di gestione, nonché per accompagnare le imprese verso il digitale, ottimizzando i processi interni e aumentandone l’efficienza. In particolare, significativo interesse riscuote il tema della fatturazione elettronica, soprattutto in prospettiva della sua estensione a tutto il B2B».