Tratto dallo speciale:

PMI e PA: un South Innovation Center per la trasformazione digitale

di Redazione PMI.it

scritto il

Nasce a Bari il South Innovation Center per sostenere lo sviluppo del digitale nel Mezzogiorno: formazione gratuita e consulenza per PMI ed enti locali.

Sostenere la trasformazione digitale del Sud Italia, avviando iniziative concrete per colmare un gap esistente e favorire una crescita strutturale e sostenibile di tutto il Paese: con questo obiettivo nasce alle porte di Bari il nuovo South Innovation Center, promosso da Microsoft Italia ed Hevolus Innovation per creare un nuovo spazio esperienziale dedicato alle PMI, ai professionisti e alle PA locali.

Il nuovo hub si propone di aiutare le realtà di settori chiave come il Manifatturiero e il Retail, nonché gli Enti locali, a comprendere i vantaggi del digitale e a dare vita a progetti d’innovazione. Offrendo servizi di formazione gratuita in modalità fisica o virtuale, Microsoft ed Hevolus mettono al servizio di realtà locali il proprio know-how, favorendo l’affermarsi di un Digital Mindset funzionale alla competitività.

Gli esperti offriranno formazione e consulenza attraverso sessioni dedicate o mini-eventi, anche in collegamento da remoto, illustrando soluzioni in risposta ad esigenze di business specifiche e dimostrazioni relative all’evoluzione del customer journey in un mondo sempre più ibrido. Come ha – ha spiegato Andrea Cardillo, Direttore del Microsoft Technology Center:

spesso le realtà del territorio, soprattutto PMI e PAL, hanno bisogno di una bussola per orientarsi tra i nuovi paradigmi tecnologici e dar vita a progetti d’innovazione in risposta concreta alle esigenze di business e d’impatto reale per la cittadinanza.

=> Recovery Plan: nel PNRR il 34% dei fondi destinato al Sud

L’iniziativa rientra infatti nel più ampio impegno di Microsoft per la formazione e la cultura digitale, alla base del piano quinquennale Ambizione Italia #DigitalRestart. Accelerando la trasformazione digitale del Mezzogiorno, inoltre, si mettono in pratica le priorità del PNNR, che stanzia oltre 80 miliardi di euro al Sud.