Tratto dallo speciale:

Obiettivo trasformazione digitale: scenari e opportunità

di Redazione PMI.it

scritto il

La trasformazione digitale è destinata a far crescere l’Italia: focus sulle strategie per colmare il gap di competenze e generare benefici a lungo termine.


L’Italia vanta un notevole potenziale digitale, una spinta verso l’innovazione e l’adozione delle tecnologie più avanzate che arriva dal mondo imprenditoriale, dal settore pubblico ma anche dai cittadini che nell’ultimo anno hanno apprezzato in misura crescente i benefici che derivano dall’accesso ai servizi online. Lo dimostrano i progressi compiuti in ambito nazionale a partire dal lockdown iniziato a marzo 2020, basti pensare che dopo l’esperienza legata alle restrizioni Covid-19 è aumentata la percentuale di italiani che considera la rete Internet una risorsa essenziale, così come il numero di coloro che hanno acquisito competenze digitali di base proprio per far fronte alle esigenze indotte dalla pandemia. Durante il lockdown, ad esempio, l’Italia è stata il Paese con la maggiore crescita in Europa sia nell’utilizzo di specifiche applicazioni, sia per i volumi di traffico dati sulla rete mobile che fissa.

Questi dati, emersi dal “Rapporto sulla trasformazione digitale dell’Italia” elaborato dal Censis in collaborazione con il Centro Studi TIM, offrono uno spunto di riflessione importante: gli italiani hanno avviato una vera e propria evoluzione della cultura digitale, toccando con mano alcuni dei vantaggi che possono derivarne dal punto di vista del miglioramento della qualità della vita e dell’efficienza lavorativa. Cogliere tutte le opportunità che un futuro digitale porta con sé è tuttavia una strada in salita, a causa di un gap rispetto agli altri Paesi UE che riguarda soprattutto le digital skills.

La digital transformation nelle PMI

Messo nero su bianco dal Digital Economy and Society Index 2020 (DESI), l’indice di digitalizzazione dell’economia e della società della Commissione Europea, il divario può essere colmato sviluppando competenze ad hoc apprendendo direttamente dagli esperti del settore, acquisendo tecniche e metodologie per realizzare con successo un percorso di trasformazione digitale.

Focalizzando l’attenzione sulle imprese, ad esempio, è sempre l’edizione 2020 del DESI a fare il punto  che sull’adozione delle tecnologie digitali nel mondo imprenditoriale: se le aziende di grandi dimensioni sono sempre più digitalizzate (il 38,5 % fa ricorso abitualmente a servizi Cloud avanzati e il 32,7 % utilizza l’analisi dei Big Data), i ritardi delle PMI si sono manifestati pienamente proprio nel pieno dell’emergenza sanitaria, con la diffusa difficoltà di ricorrere a modalità di lavoro alternative che possano garantire la continuità del business.

Anche in questo caso, uno dei principali ostacoli alla digitalizzazione è la carenza di competenze in chiave digital, lacuna dovuta ai livelli di alfabetizzazione tecnologica spesso insufficienti che caratterizzano il background di imprenditori, manager e dipendenti.

Digital skills: soluzioni a portata di tutti

Dare forza e supporto alla trasformazione digitale del mondo produttivo è uno degli obiettivi primari del progetto Operazione Risorgimento Digitale promosso da TIM, basato proprio sulla collaborazione con oltre 40 partner di eccellenza impegnati a condividere esperienze, capacità e linee guida per ridurre il digital divide culturale nel Paese. Mettendo in campo un team multidisciplinare, TIM rende accessibile la rivoluzione Internet non solo alle imprese, ma anche alle PA e ai privati cittadini. Pilastro dell’iniziativa dedicata alle aziende, ad esempio, è la vasta offerta formativa che punta a potenziare l’efficienza e la competitività investendo sulle skills digitali dei dipendenti e, allo stesso tempo, garantendo agli imprenditori, ai professionisti e ai lavoratori autonomi l’accesso a contenuti divulgativi e formativi specifici.

In particolare, per i dipendenti delle PMI, Operazione Risorgimento Digitale mette a disposizione Digital Skills, il corso di formazione in modalità  elearning  che prevede la certificazione  con rilascio dell’Open Badge. La fruizione dell’intero percorso   attesta l’acquisizione delle  21 competenze digitali relative alle 5 aree di competenza del Framework DigComp 2.1: Informazione, Comunicazione, Creazione di contenuti, Sicurezza e Problem Solving.
La partecipazione è gratuita. Iscriviti a Digital Skills

Trasformazione digitale: trend e leve operative

Per vivere e lavorare in un paese digitale è necessario promuovere l’inclusione digitale su tutti i livelli, compreso quello professionale: consapevole di questa verità, Cisco – da oltre trent’anni al centro dell’evoluzione delle tecnologie di rete – è una preziosa alleata dell’ambizioso progetto Operazione Risorgimento Digitale di TIM. Presente in Italia dal 1994, la multinazionale sostiene attivamente la realizzazione dell’Agenda Digitale e aiuta le imprese di qualsiasi dimensione a crescere grazie alla tecnologia.

Attraverso il webinar “La trasformazione digitale: trend e leve operative”, Paolo Caldera (Business Developer Manager di Cisco Italia) fa il punto sui progressi e i cambiamenti degli ultimi anni e risponde ad alcuni quesiti chiave dal punto di vista delle imprese: quali sono le priorità per competere efficacemente sul mercato? Come trasformare un modello di business in chiave digitale? Un seminario gratuito, denso di contenuti e spunti interessanti per comprendere le implicazioni della digital transformation per le aziende, ma anche per capire in che modo questo cambiamento sia destinato a diventare sempre più importante per superare le sfide in un’era sempre più connessa e distribuita.