Tratto dallo speciale:

Smartphone lavabili Crosscall: igiene e sicurezza

di Redazione PMI.it

scritto il

Linea Crosscall di smartphone lavabili e igienizzabili, pensati per un utilizzo in piena sicurezza nella fase 2 e 3 dell'emergenza Covid.

L’emergenza sanitaria ha imposto una meticolosa attenzione all’igiene degli oggetti e delle superfici, indispensabile per prevenire i contagi da Coronavirus, nel privato e sul lavoro. A queste nuove regole appartiene anche la disinfezione quotidiana dello smartphone: mediamente, nell’arco di una giornata, si è infatti abituati a toccare il telefono più di 2500 volte, soprattutto se lo si usa per lavorare. È proprio lo smartphone a essere considerato uno degli oggetti più sporchi che possono rapidamente diventare una fonte di infezione.

=> Mani pulite al pc, quando l'igiene entra in azienda

La soluzione per una corretta pulizia potrebbe essere quella di lavare il telefono cellulare con acqua e sapone, disinfettandolo accuratamente con gel idroalcolico o inondandolo con acqua in pressione: solo pochi dispositivi, tuttavia, possono resistere a tali livelli di disinfezione. Tra questi rientrano gli smartphone Crosscall, altamente resistenti e impermeabili a tutti i tipi di liquidi.

I dispositivi Crosscall possono essere trattati con le soluzioni idroalcoliche composte da isopropanolo e da quelle composte da etanolo, sopportando anche l’uso dell’acqua ad alta pressione (90 bar) e ad alta temperatura (fino a 80° C). Per effettuare queste procedure non è necessario spegnere il telefono, grazie alla presenza di tappi a tenuta stagna che coprono le porte di connessione (USB, Jack). Il touchscreen con tecnologia Wet & Glove, inoltre, consente di utilizzarli con i guanti per una maggiore protezione.

I Video di PMI

PMI.it incontra SisalPay