Sir Tim Berners-Lee a CPIT3: iscrizioni aperte a CPHack e Job Factory

di Redazione PMI.it

scritto il

Manca poco meno di un mese a Campus Party Italia 2019 ed è tempo di iscriversi, all'evento sarà presente anche l'inventore del World Wide Web.

Tra poco meno di un mese, Milano diventerà la capitale internazionale dell’innovazione per i giovani digitali con Campus Party 2019 (24-27 luglio, Fiera Milano Rho), l’edizione italiana del più grande evento mondiale sulla creatività, innovativo anche nel format.

I partecipanti vengono coinvolti a 360 gradi, per quattro giorni, 24h, di confronto continuo su come riprogettare il futuro con il supporto della tecnologia. Un’esperienza immersiva: di giorno sono previsti palchi tematici, main stage, aree workshop, postazioni di coworking, hackathon, Job Factory, VR/AR, gaming e tanto altro; di notte i campuseros metteranno le loro tende in un vero e proprio villaggio in loco con 4.000 postazioni, fornite dall’organizzazione e realizzate in collaborazione con Nexi (Main Partner dell’evento).

=> Campus Party 2019: “Diventa Div3rso”

WWW: call for ideas

Tra le presenze di rilievo di questa terza edizione di Campus Party Italia anche Sir Tim Berners-Lee, l’informatico britannico che ha cambiato la storia inventando il World Wide Web che, lanciato nel marzo del 1989, festeggia quest’anno il trentesimo anniversario. Sir Tim Berners-Lee sarà keynote speaker il 25 luglio per raccontare la sua visione del futuro della rete.

In vista della presenza di Sir Tim Berners-Lee, Campus Party ha lanciato una “call for ideas” globale chiamata “WORLD WIDE WE_” (il Web che vorrei) che vede coinvolti i campuseros di 14 Paesi per un totale di 650.000, tra i quali verranno selezionati quattro finalisti che potranno presentare direttamente a Sir Tim Berners-Lee, durante l’evento, le proprie idee per un web migliore, dalla lotta contro le fake news e il fenomeno dell’hate speech, alle proposte di nuovi metodi di sostentamento per i siti web, alla difesa della privacy.

I 4.000 giovani campuseros presenti all’evento italiano avranno inoltre modo di confrontarsi con il celebre informatico, oltre che con i CEO di alcune delle aziende più innovative e avanzate d’Italia nel corso di una cena dedicata in cui si identificheranno idee disruptive e progetti concreti di cambiamento che possano contribuire alla crescita dei leader di domani e sviluppare il nuovo “sistema operativo” del nostro Paese.

=> Torna Campus Party: come partecipare

Job Factory

Campus Party ha creato all’interno dei propri spazi anche un’area Job Factory, pensata per agevolare incontri professionali tra studenti e aziende e realizzata in collaborazione con HRC Digital Generation. In questo hub si terranno eventi e appuntamenti per approfondire le più recenti tendenze ed evoluzioni del mondo del lavoro, laboratori full time di formazione, orientamento e sperimentazione con simulazioni di colloquio e di assessment, job talk tematici, incontri informali con aziende e molto altro.

Gli interessati possono già da ora iscriversi alle attività.

CPHack

Torna infine anche quest’anno lo speciale format di hackathon di Campus Party, sviluppato in collaborazione con tree che prevede ricchi montepremi, la possibilità di sviluppare il proprio progetto, presentarlo alle aziende più innovative d’Italia e continuare a lavorarci. Più che un hackathon, il CPHack è uno strumento di Open Innovation per rispondere alle sfide del futuro che aziende e istituzioni devono affrontare.

Anche per il CPHack è già possibile pre-iscriversi.

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso