Mozilla rilascia Firefox 3.6 e pensa al futuro del proprio browser

di Emanuele Menietti

scritto il

Firefox 3.6 è disponibile per il download e introduce alcune importanti novità per rendere la navigazione più rapida e sicura. L'aggiornamento porta con sé anche un cambio di strategia da parte di Mozilla per la prossima edizione del browser

Dopo una lunga fase di gestazione, che ha compreso il rilascio di cinque versioni beta e di due release candidate, la versione definitiva di Firefox 3.6 ha da poco compiuto il proprio debutto online. La nuova edizione del celebre browser gratuito sviluppato da Mozilla offre maggiori prestazioni sul fronte della stabilità e della velocità e introduce alcuni nuovi accorgimenti per migliorare la sicurezza dell’applicativo. Salvo cambiamenti di programma, l’arrivo di Firefox 3.6 modificherà le tradizionali procedure legate al rilascio degli aggiornamenti e farà tramontare il previsto lancio di Firefox 3.7 prima delle nuova edizione 4.0 del browser.

L’edizione da poco rilasciata dell’applicativo per navigare online è basata sulla versione 1.9.2 del motore di rendering Gecko, sviluppato da Mozilla e oggetto di numerose modifiche da un anno a questa parte per rispondere alle esigenze degli sviluppatori dei siti web e dei componenti aggiuntivi per il browser. Firefox 3.6 supporta la nuova soluzione Personas e rende dunque più semplice la gestione dei temi da parte degli utenti con pochi clic del mouse. Inoltre, per limitare i rischi legati ai plugin di terze parti obsoleti sul fronte della sicurezza, la nuova edizione dell’applicativo introduce una nuova serie di soluzioni per la protezione della navigazione.

Come già annunciato da tempo, Firefox 3.6 implementa anche alcuni nuovi accorgimenti per la visualizzazione a tutto schermo dei filmati che utilizzano formati aperti. Il nuovo browser supporta, inoltre, i poster frame per rendere maggiormente agevole l’utilizzo dei filmati.

Intenzionati a rendere più reattivo il proprio browser, la velocità è uno dei punti di forza dei competitor come Chrome, gli sviluppatori di Mozilla hanno prestato particolare attenzione alle soluzioni per JavaScript ottenendo buoni risultati per velocizzare la navigazione. Alcuni altri accorgimenti hanno interessato la fase di avvio dell’applicativo, che ora si rivela più rapida. Per ridurre ulteriormente i tempi di caricamento delle pagine, gli sviluppatori di Firefox 3.6 hanno introdotto la possibilità per chi sviluppa i siti web di far eseguire gli script in modalità asincrona.

La nuova versione di Firefox aumenta il supporto per i caratteri scaricabili grazie all’impiego del nuovo formato di carattere WOFF e aggiunge nuove soluzioni per la gestione di gradienti, dimensioni degli sfondi ed eventi del puntatore riportati negli attributi dei fogli di stille (CSS). Il nuovo supporto per le specifiche DOM e HTML5, API per la gestione di funzionalità come il Drag & Drop, consente inoltre di visualizzare e implementare le pagine web con un alto grado di interattività basate sugli ultimi standard disponibili.

Gli utenti in possesso delle precedenti versioni di Firefox possono aggiornare l’applicativo direttamente dal browser attraverso la funzione “Controlla gli aggiornamenti”. Il programma può essere scaricato anche dal sito web ufficiale di Mozilla nelle edizioni per Windows, Mac OS X e Linux e in oltre 70 lingue. Il peso del pacchetto di installazione varia a seconda del sistema operativo selezionato e della lingua richiesta.

L’arrivo di Firefox 3.6 sancisce anche un importante cambiamento nelle procedure di aggiornamento del browser. Il nuovo sistema adottato da Mozilla prevede che gli aggiornamenti minori (solitamente identificati dalla terza cifra del numero di versione, es. 3.6.1) possano introdurre nuove funzionalità oltre alle abituali patch per sanare falle e malfunzionamenti. Tale strategia avvicinerà progressivamente l’edizione da poco rilasciata all’atteso Firefox 4.0, destinato a compiere il proprio debutto nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno da poco iniziato. Con i nuovi accorgimenti, Mozilla confida di mantenere la propria quota di mercato, scongiurando una possibile emorragia di utenti verso i competitor.