Microsoft svela in anteprima Windows Phone 7 Series

di Emanuele Menietti

scritto il

Microsoft ha da poco fornito un'anteprima di Windows Phone 7 Series. La nuova soluzione per gli smartphone offre un'interfaccia inedita e completamente rivista e mira a mettere in primo piano i contenuti, non le applicazioni

Nuova interfaccia grafica e maggiore integrazione con le risorse disponibili in Rete. Microsoft rinnova la propria offerta per gli smartphone con l’atteso Windows Phone 7 Series, un nuovo ecosistema destinato a fare concorrenza ad alcune soluzioni ormai affermate e di successo tra le quali spicca l’iPhone di Apple. La novità è stata presentata da Steve Ballmer, CEO della società di Redmond, durante il tradizionale appuntamento annuale di Barcellona del World Mobile Congress. La piattaforma è in fase di perfezionamento e sarà distribuita entro la fine dell’anno in corso.

«Oggi, sono orgoglioso di presentare Windows Phone 7 Series, la nuova generazione di dispositivi Windows Phone. In un mercato affollato di cellulari con formati simili e che hanno tutti le stesse cose, ho chiesto al nostro team di fornire un nuovo tipo di esperienza mobile. Crediamo che Windows Phone 7 Series sia una soluzione che realmente rappresenta il dinamismo della vita delle persone e il loro bisogno di essere collegate con gli altri individui» ha dichiarato Ballmer nel corso della presentazione.

Il nuovo sistema sviluppato da Microsoft segna un passo avanti significativo rispetto alla precedente piattaforma per dispositivi mobili Windows Mobile. Analizzato l’attuale stato dell’arte del comparto, gli sviluppatori di Windows Phone 7 Series hanno deciso di ripartire da zero, ripensando l’interfaccia grafica della piattaforma e creando un ambiente software in grado di condividere e sfruttare i dati provenienti da numerose fonti, sia online che offline. Il risultato finale è una soluzione sensibilmente diversa dalle attuali e distante dall’idea di ricreare sui piccoli terminali mobili le caratteristiche solitamente offerte da un personal computer.

Il design della nuova interfaccia ricorda molto da vicino la grafica del riproduttore multimediale Zune, l’anti-iPod targato Redmond che avrebbe dovuto dar del filo da torcere al celebre lettore prodotto da Apple. Menu e contenuti si fondono insieme per rendere più semplice l’esperienza d’uso, consentendo agli utenti di accedere alle informazioni desiderate con relativa rapidità. Idealmente, la schermata visualizzata dall’utente non si esaurisce entro la cornice del dispositivo, ma continua oltre i confini dello schermo e può essere consultata con il semplice movimento delle dita sul display.

«Nella schermata iniziale, sezioni aggiornate dinamicamente mostrano direttamente agli utenti i contenuti in tempo reale, rompendo con la tradizione di icone statiche che fungono da passaggio intermedio per l’applicazione. Per esempio, creando una sezione dedicata ad un amico nella pagina iniziale, l’utente può disporre di una visuale chiara e aggiornata relativa ai post e alle immagini più recenti del proprio contatto, semplicemente visualizzando la schermata iniziale» si legge nel comunicato da poco rilasciato da Microsoft.

Molto diversa dalle soluzioni fino a ora adottate dalle piattaforme per gli smartphone, la nuova schermata concepita dagli sviluppatori di Windows Phone 7 Series è molto innovativa e mette al centro dell’attenzione l’utente e le principali azioni che solitamente svolge. In un certo senso, le applicazioni principali rimangono nascoste al di sotto dell’interfaccia per consentire una fruizione maggiormente libera e intuitiva dei contenuti, siano essi fissi o dinamici e legati agli aggiornamenti online.

Per semplificare ulteriormente la vita agli utenti e creare un ecosistema omogeneo, Microsoft ha deciso di imporre alle società partner che realizzano fisicamente gli smartphone alcuni paletti aggiuntivi rispetto al passatto. Ogni Windows Phone 7 Series, per esempio, sarà dotato di tre soli tasti fisici alla base dello schermo touchscreen: un pulsante per accedere alla schermata iniziale, un tasto per effettuare le ricerche nella memoria del telefono od online tramite Bing e un pulsante “Back” per semplificare la navigazione tra i contenuti.

Le sensibili modifiche apportate all’interfaccia grafica e al funzionamento stesso del software hanno consentito di realizzare una serie di hub, ovvero dei centri di attività per riunire «in una singola visuale contenuti correlati Web, applicazioni e servizi, semplificando le attività quotidiane». Ogni terminale offrirà agli utenti sei diversi hub per la gestione: dei contatti (Persone), dei contenuti multimediali (Immagini, Musica + Video), dei giochi attraverso Xbox Live (Giochi), delle applicazioni aggiuntive da installare (Marketplace) e della produttività (Office).

Concepito principalmente per l’area business, l’hub Office offrirà una serie di applicazioni e funzionalità per semplificare la gestione dei documenti e la condivisione degli stessi tramite la Rete: «Con accesso a Office, OneNote, SharePoint e Workspace da un unico punto, gli utenti possono facilmente leggere e condividere documenti. Con l’integrazione di Outlook Mobile, gli utenti possono restare produttivi e aggiornati anche attraverso device mobili». La possibilità di scaricare e installare nuove applicazioni tramite Marketplace potrà, inoltre, estendere le potenzialità dei dispositivi basati su Windows Phone 7 Series, rendendo tali soluzioni maggiormente appetibili da parte degli utenti del comparto business.

Grazie alla particolare offerta messa in campo e alla possibilità di abbattere i costi attraverso un ecosistema condiviso, Microsoft ha raccolto intorno a sé buona parte dei principali protagonisti del comparto mobile. Per la distribuzione della nuova piattaforma, la società di Redmond potrà fare affidamento su produttori come HTC, HP, LG, Sony Ericsson, Samsung e su alcuni dei principali operatori telefonici come Telefonica, Vodafone, Orange, AT&T, Deutsche Telekom e Telecom Italia.

Salvo cambiamenti di programma, i primi dispositivi Windows Phone 7 Series saranno commercializzati entro la fine dell’anno in tempo per la feconda stagione dello shopping natalizio. La nuova iniziativa potrebbe consentire a Microsoft di recuperare terreno nell’agguerrito segmento delle piattaforme per smartphone, ma battere la concorrenza non sarà comunque semplice. La società di Redmond ha accumulato un sensibile ritardo nell’innovazione del proprio sistema rispetto ad alcuni competitor come Apple e Google. Tuttavia, gli elementi di grande novità introdotti con Windows Phone 7 Series potrebbero consentire a Microsoft di arginare la concorrenza, preparando le basi per una progressiva rimonta.