Tratto dallo speciale:

Gestione accessi e identità: aziende verso il Cloud

di Noemi Ricci

scritto il

Rapporto Gartner: la gestione accessi e identità in azienda muove in direzione della intelligence e delle tecnologie cloud.

Sicurezza aziendale: le gestione degli accessi e delle identità (Identity & Access Management – IAM), secondo gli analisti Gartner si sta orientando verso un approccio strategico, focalizzato sulla Intelligence: nel 2014 questo trend riguarderà il 50% delle imprese. Cosa vuol dire in termini pratici? Concentrasi su monitoraggio, raccolta dei log, correlazione, analisi e reporting, così che gli strumenti di Identity e Access Intelligence (IAI) possano fornire risposte rapide ed efficaci.

Entro fine 2013, meno del 10% di tutti gli eventi di autenticazione coinvolgeranno l’hardware in virtù della forte maturità aziendale nei confronti delle minacce di questo tipo alla sicurezza dei dati critici.

Nel prossimo futuro, quindi si cercheranno alternative più robuste, così da soddisfare le esigenze di maggior sicurezza a un costo inferiore e con una migliore esperienza dal lato utente, massimizzando al contempo la capacità capitalizzare i futuri investimenti delle imprese.

Inoltre, entro fine 2015 più del 50% delle offerte IAM cloud-based saranno le soluzioni ibride: software IAM enterprise-based e tecnologie scalabili basate su servizi integrati per il cloud computing. In questo modo, le imprese potranno contenere i rischi senza effettuare grossi investimenti, visto il costo ancora proibitivo delle implementazioni IAM di tipo enterprise.


Articoli Correlati:

Documenti Correlati