Tratto dallo speciale:

Microsoft rilancia sul Cloud per l’Agenda Digitale

di Andrea Barbieri Carones

scritto il

Al Forum PA Microsoft ha presentato i nuovi servizi per migliorare l'e-Government in Italia, per centrare gli obiettivi l'Agenda Digitale grazie al contributo di CAD, Cloud Computing e Open Data.

Al Forum PA 2012, Microsoft ha presentato le ultime novità sul fronte innovazione della PA centrale e locale. In particolare, ha presentato la sua Guida al Codice per l’Amministrazione Digitale ed annunciato un Manuale per il G-Cloud, rinnovando il proprio nel campo della formazione sul tema Open Data.

CAD, Cloud e Open Data sono le tre leve per ammodernare la pubblica amministrazione, migliorandone il rapporto con le imprese grazie alle nuove logiche di Open Government, previste dell’Agenda Digitale.
Con la sua proposta formativa, Microsoft si è posta l’obiettivo di condividere le best practice per accompagnare gli enti pubblici e l’intero Paese in questo percorso d’innovazione.

PMI.it ha raccolto le riflessioni di Rita Tenan, direttore della divisione Public Sector di Microsoft Italia, che evidenziano quanto il settore IT possa oggi offrire alle aziende pubbliche una nuova leva strategica grazie alle nuove tecnologie:

  • «Il CAD rappresenta il primo passo per la digitalizzazione della PA e con la nostra Guida offriamo linee guida di semplice attuazione».
  • Il Cloud Computing consente alla PA di avviare in tempi rapidi e con costi contenuti nuovi progetti IT e con il nostro prossimo Manuale proporremo delle raccomandazioni per l’evoluzione del Sistema Pubblico di Connettività».
  • Il modello Open Data promuove la trasparenza e la partecipazione di cittadini e imprese per lo sviluppo di servizi, e con le nostre sessioni formative e tool di sviluppo intendiamo fornire supporto anche su questo fronte per la concretizzazione di un modello di PA realmente efficiente e partecipativo».

Al Forum PA Microsoft ha portato, come caso esemplare del valore di questo paradigma, la case history del Centro Servizi Territoriale (CST) della Provincia di Lecco: per erogare servizi di comunicazione e collaborazione omogenei a tutte le municipalità ha optato per il Cloud Computing di Microsoft, ottenendo anche un risparmio di 150.000 euro l’anno sui costi IT complessivi, maggiore affidabilità contro i virus informatici e, non da ultimo, migliori servizi resi ai cittadini, più efficienti e integrati.

Grazie alla soluzione cloud Microsoft Office 365 è stato possibile in tempi rapidi consentire l’accesso alla posta elettronica e ai calendari condivisi ovunque e in qualunque momento, allo scopo di ottimizzare la collaborazione e fornire servizi migliori ai cittadini, ottenendo al contempo un risparmio sui costi.

«Microsoft s’impegna da sempre per accompagnare la PA in questo percorso di evoluzione, che rappresenta uno dei focus del piano di investimento triennale di oltre 130.000.000 di euro con cui ci impegniamo per la digitalizzazione del Paese, puntando anche all’innovazione di 5.000 Amministrazioni Pubbliche».

«L’obiettivo che ci guida è nel complesso quello di consentire alla PA di fare la PA».

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso