L’Aquila, Brunetta firma per Università digitale

di Lorenzo Gennari

scritto il

Con la firma del protocollo tra il ministero della Pubblica amministrazione e Innovazione e l'Università degli Studi dell'Aquila si prosegue verso l'obiettivo, previsto per il 2012, di avere strumenti e servizi avanzati in tutti gli atenei

Il ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta e il rettore dell?Università degli Studi dell’Aquila Ferdinando di Orio hanno firmato ieri a Palazzo Vidoni un protocollo d?intesa per il progetto “Università digitale?. L’accordo si inserisce tra le iniziative previste dall’ulteriore protocollo d’intesa “Scuola e Università?, volto alla realizzazione dell’Obiettivo settoriale 2 del Piano
e-Gov 2012 (obiettivo Università), che stabilisce la fine dell’anno 2012 come termine ultimo affinchè tutte le università italiane dispongano di servizi avanzati per studenti, docenti e personale amministrativo, a partire da una completa copertura Wi-Fi e disponibilità di servizio VoIP in tutte le sedi.

I primi atenei a beneficiare degli effetti del protocollo e sono state le Università Tor Vergata, La Sapienza e Roma Tre. Ad esse si aggiungerà, entro giugno 2010, quella dell’Aquila, che vedrà completata e potenziata la copertura Internet dell?intera area, con particolare attenzione agli spazi dedicati alla didattica e agli studenti.

Finora, l’innalzamento del livello tecnologico è proceduto di pari passo con la ricostruzione. Infatti sono state diverse le attività messe in campo ancor prima dell’incontro con Brunetta: ad esempio, è stato attivato il progetto “WI4UniAQ? per la realizzazione di un’infrastruttura di rete WiFi e di servizi per gli studenti nell?ambito dell?iniziativa “ICT4University ? WiFi SUD? curata dal Dipartimento.

Vodafone ha contribuito donando all?Università e all?Ufficio scolastico regionale, 1500 MiniPC comprensivi di connessione broadband mobile gratuita per tre mesi, mentre Telecom ha regalato 2000 modem per la connessione broadband mobile gratuita per 4 mesi agli studenti universitari. Anche Adobe Systems Italia si è già impegnata con l?Università degli Studi dell?Aquila, creando un centro di competenza dedicato al tema della dematerializzazione.