San Valentino: occhio al trojan degli MMS

di Giuseppe Cutrone

scritto il

Una ricorrenza popolare come San Valentino non poteva lasciare indifferenti i cybercriminali, occasione troppo ghiotta per non essere sfruttata a dovere con qualche “minaccia a tema” che facesse cadere in trappola i più romantici tra gli utenti nella giornata dedicata all’amore!
Ne sanno qualcosa gli utenti russi, che proprio in queste ore hanno visto circolare sui loro telefonini una sedicente applicazione in grado di inviare MMS con contenuti dedicati all’amata/o ma in grado di nascondere un inganno dalle “salate” conseguenze sulla bolletta.

La minaccia è costituita dall’archivio compresso identificato come “love_mms.rar“, che include a sua volta un archivio Java “jimm2010.jar” e alcune immagini di teneri orsetti e altri animali assortiti con relativi messaggi d’affetto: tutto tanto invitante quanto pericolo però.

Difatti, mentre gli utenti installano e avviano l’applicazione per inviare i messaggi d’amore ai partner, il trojan spedisce degli SMS a un costoso servizio a pagamento, lasciando completamente ignari gli incauti utenti, che si accorgeranno di essere stati ingannati soltanto quando andranno a verificare il credito residuo o non appena leggeranno la bolletta telefonica.

Insomma anche nel giorno degli innamorati c’è chi approfitta del momento per raggiungere i propri illeciti scopi. Che l’amore è cieco è un dato di fatto (o un luogo comune, se preferite), ma i criminali ci vedono bene e così, nell’era digitale, almeno un occhio è sempre meglio lasciarlo vigile, anche nel giorno dedicato ai sentimenti.