Google vittima dei suoi stessi dipendenti? Intanto in Cina nuovi attacchi contro Gmail

di Sacha Ferrarelli

scritto il

Stando a quanto riportato da Reuters, Google starebbe investigando su una possibile complicità, durante i cyber attacchi di metà dicembre, da parte dei suoi stessi dipendenti del distaccamento cinese.

Google, ha già annunciato di star valutando la possibilità di ritirarsi dal mercato cinese, proprio a causa di quelli che vengono definiti sofisticati cyber attacchi al suo network, con relativo furto delle sue proprietà intellettuali.

I responsabili sarebbero dunque delle persone che lavorano negli uffici di Google Cina e i target dell’attacco sarebbero persone con accessi a parti specifiche del network di Google. Di seguito quanto dichiarato da un portavoce della grande G.

Non commentiamo rumor o speculazioni. Le indagini sono in corso e semplicemente non possiamo fare commenti a riguardo

Google non ha tardato a prendere provvedimenti, stando a quanto riportato da fonti non meglio specificate, si sarebbe già provveduto a bloccare l’accesso alle reti interne agli impiegati di Google Cina mentre altri sono stati trasferiti in uffici differenti del continente asiatico.

Intanto sembra continuino gli attacchi contro account GMail cinesi. Negli ultimi giorni alcuni corrispondenti stranieri e dissidenti cinesi hanno denunciato la violazione delle proprie caselle di posta. I cracker sarebbero riusciti a oltrepassare facilmente le misure dii sicurezza di Gmail, rinforzate nei giorni scorsi con l’introduzione predefinita di https, con lo scopo di tenere sotto controllo i messaggi scambiati da potenziali oppositori del governo di Pechino.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!