Bonus Baby Sitting: attribuzione entro aprile

di Redazione PMI.it

scritto il

Bonus baby-sitting: proroga a fine aprile per l'appropriazione e l'inserimento nel Libretto Famiglia delle prestazioni di lavoro svolte.

Chi ha lavorato ed è stato retribuito con il Bonus per servizi di baby-sitting tramite il Libretto Famiglia, per prestazioni  svolte dal 9 novembre al 3 dicembre 2020 nelle zone rosse Covid di cui all’articolo 14 del DL 149/2020, ha tempo fino al 30 aprile per procedere all’appropriazione del bonus.

Si tratta del bonus Ristori-bis da mille euro a favore dei lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata (co.co.co. e professionisti senza cassa) o alle gestioni speciali (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri) con residenza nelle regioni ad altissimo rischio di contagio Covid (zone rosse) individuate al momento dell’entrata in vigore del decreto (Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Toscana, Campania, Abruzzo e Provincia Autonoma di Bolzano) e per i genitori di figli con grave disabilità su tutto il territorio nazionale con scuole e centri chiusi causa Covid.

L’INPS ha stabilito per l’attribuzione di questo bonus – una proroga, che sposta in avanti di due mesi (da fine febbraio a fine aprile), il termine per la procedura tramite piattaforma delle prestazioni occasionali. Stessa scadenza per la comunicazione delle prestazioni svolte dai lavoratori nei periodi sopra indicati.

Resta fermo restando che i genitori beneficiari del Bonus Baby Sitter dovranno inserire le prestazioni occasionali nel Libretto Famiglia entro il 30 aprile.

Lo slittamento si è reso necessario per poter gestire anche le istanze che risultino ancora in accoglimento, che dovranno inderogabilmente essere lavorate dall’INPS entro e non oltre il 14 aprile 2021.

I Video di PMI