Tratto dallo speciale:

PA Cloud Marketplace: qualificazione online

di Redazione PMI.it

scritto il

Aattiva la piattaforma digitale per ottenere la qualificazione dei Cloud Service Provider, passo obbligato per diventare fornitori di servizi Cloud per la PA.

L’AgID ha annunciato l’avvio della piattaforma digitale per richiedere la qualificazione dei Cloud Service Provider della PA, percorso obbligatorio per i fornitori di servizi CSP e SaaS che vogliono collaborare con la Pubblica Amministrazione.

A partire dal 20 novembre 2018, infatti, le PA potranno acquisire esclusivamente servizi IaaS, PaaS e SaaS qualificati da AgID e pubblicati nel Cloud Marketplace, vetrina di esposizione dei servizi e delle infrastrutture qualificate da AgID secondo quanto disposto dalle Circolari n. 2 e n.3 del 9 maggio 2018.

All’interno del Cloud Marketplace è possibile prendere visione della scheda tecnica di ogni servizio che informa sule caratteristiche, sul costo e sui livelli di servizio dichiarati dal fornitore. Obiettivo dell’AgID è quello di creare un ambiente Cloud della PA che sia caratterizzato da servizi sicuri, affidabili ed efficienti. I soggetti pubblici e privati che vogliono qualificarsi e fare il loro ingresso nel Marketplace Cloud della PA devono ssedere una serie requisiti relativi alla sicurezza, alla performance, all’organizzazione, alla scalabilità, interoperabilità e portabilità fissati precedentemente.

L’iter di qualificazione fa parte della strategia Cloud della PA definita dall’AgID in linea con gli obiettivi del Piano triennale per l’informatica pubblica 2017-19. È possibile utilizzare la piattaforma di qualificazione esclusivamente autenticandosi con SPID, seguendo la procedura guidata che richiede l’inserimento di informazioni e la produzione di documenti specifici.

La richiesta di qualificazione viene trasmessa in via telematica attraverso il portale e può essere inoltrata anche da soggetti terzi, che figureranno come partner del fornitore Cloud.

Sarà poi l’Agenzia per l’Italia Digitale a effettuare tutte le verifiche necessarie per accertare la veridicità delle dichiarazioni e delle informazioni fornite.

Per ricevere ulteriori informazioni sulle procedure è possibile inviare un’email all’indirizzo:  qualificazione-cloud@agid.gov.it.