Tratto dallo speciale:

APE Volontario: SPID di 2° livello per la domanda

di Noemi Ricci

scritto il

L'identità digitale SPID di secondo livello consente di accedere ai servizi online di Fisco e INPS, compresa la domanda di APe Volontaria.

Chi è in possesso dei requisiti per chiedere, tramite l’INPS, l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica (APe Volontaria) – da restituire in venti anni mediante trattenute mensili su pensione – deve dotarsi di credenziali SPID, di secondo livello, da richiedere ad uno dei fornitori autorizzati. L’identità SPID è il Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale di cittadini e imprese istituito con il Dpcm 24 ottobre 2014, che ne definisce le caratteristiche nonché i tempi e le modalità di adozione. SPID consente l’accesso – con credenziali uniche – ai servizi online di Pubbliche Amministrazioni ma anche delle aziende private che aderiscono al sistema.

SPID: livelli di sicurezza

Il sistema SPID implementa tre livelli di sicurezza, in base alle modalità di riconoscimento richieste in fase di autenticazione:

  • abbinata user-password (primo livello);
  • possibilità di aggiungere una one-time password (secondo livello);
  • integrare anche un supporto fisico quale smart card o SIM mobile (terzo livello).

I livelli di sicurezza più elevati sono da utilizzare per accedere o finalizzare particolari servizi per i quali è necessaria una maggiore confidenza rispetto all’utente. Per l’accesso ai servizi INPS sono richieste credenziali almeno di Livello 2, che prevedono oltre alla password anche un codice temporaneo (OTP – One Time Password) generato tramite l’invio di un SMS o tramite una applicazione sul cellulare.

APe con SPID Livello 2

Per presentare domanda di APe è necessario essere in possesso dell’identità digitale SPID almeno di secondo livello. La certificazione del diritto all’anticipo finanziario a garanzia pensionistica va infatti presentata tramite il portale dell’Istituto, direttamente o attraverso un intermediario autorizzato ai sensi della legge 30 marzo 2001, n. 152 e appositamente delegato.

Una volta ottenuta la certificazione, il cittadino può presentare la domanda di APE tramite la piattaforma INPS in via di rilascio (si attende l’elenco delle banche convenzionate, che dovranno poter dialogare con i contribuenti) mediante l’uso dell’identità digitale SPID almeno di livello 2.

L’istituto finanziatore comunicherà poi l’esito sia al richiedente sia all’INPS. La domanda di APe si perfeziona alla data di pubblicazione dell’accettazione del contratto di finanziamento da parte dell’istituto finanziatore e della proposta di assicurazione da parte dell’impresa assicuratrice.

Fisco online con SPID II livello

Analogamente, utilizzando l’identità digitale di secondo livello è ora possibile avere libero accesso all’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate, nonché i servizi telematici Entratel, Fisconline e Sister.

Si tratta di un passo volto ad adeguare i sistemi delle Entrate a quanto previsto dal Codice dell’amministrazione digitale (Dlgs n. 82/2005). In questo modo SPID diventa un vero e proprio PIN unico di accesso ai servizi online della PA.