Tratto dallo speciale:

Smart Contracts per compravendite digitali

di Teresa Barone

scritto il

SPID e blockchain per la stipulazione di contratti di compravendita senza intermediari: obiettivo, procedura interamente digitale.

Completare con successo e in totale sicurezza un’operazione di compravendita immobiliare in modalità digitale: quest’idea è alla base del progetto vincitore del B4DPA – Bocconi for Digital Public Administration Award, competizione organizzata dall’Università Bocconi in collaborazione con il Team per la Trasformazione Digitale del Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale Diego Piacentini e il patrocinio del Comune di Milano.

Tre i punti chiave che hanno consentito a un team di studenti della Bocconi di mettere a punto il progetto innovativo “SPID Smart Contracts”: il Sistema pubblico di Identità Digitale SPID e il sistema blockchain oltre alla stipulazione di uno Smart Contract senza l’intervento di intermediari, le cui potenzialità consentono a cittadini, notai e Pubblica Amministrazione di semplificare la procedura di compravendita immobiliare.v

Il team autore di una soluzione integrata in grado di favorire l’innovazione nella PA ha ottenuto un premio di 35mila euro per poter sviluppare la propria idea:

L’effetto immediato della nostra soluzione sarebbe la riduzione dei costi dei passaggi di proprietà di immobili per cittadini, Stato e attori intermediari, rendendo più semplici, veloci ed economiche le procedure burocratiche relative ai passaggi di proprietà per tutte le parti interessate.

Nel lungo termine il nostro obiettivo è la creazione di un ecosistema, ossia una struttura che possa essere utilizzata vantaggiosamente da cittadini, Stato e imprese.

I risvolti positivi per la PA non mancano, infatti:

Digitalizzando completamente i contratti, si creerebbe un sistema virtuoso in cui i servizi offerti ai cittadini diventerebbero molto più efficienti e gli archivi statali, come il Catasto, sarebbero aggiornati immediatamente dopo il passaggio di proprietà.