Tratto dallo speciale:

Concorsi pubblici per 120mila posti: regole per le prove di esame

di Redazione PMI.it

scritto il

Numero di posti a concorso e nuove regole di gestione dei concorsi pubblici dal Dipartimento Funzione Pubblica secondo le istruzioni del CTS.

Il Dipartimento della Funzione Pubblica ha pubblicato un vademecum che riassume le nuove regole relative ai concorsi pubblici (art. 10 DL 44/2021), sia già banditi sia da attivare durante lo stato di emergenza sanitaria. Con il decreto-legge n. 44/2021, infatti, sono state definite le nuove regole per lo sblocco delle prove concorsuali, anche tenendo conto delle normative di sicurezza varate dal Comitato Tecnico Scientifico e alla necessità di favorire procedure basate sulla semplificazione e sulla digitalizzazione.

Elenco posti a concorso

Stando al vademecum, attualmente il totale dei posti a concorso ammonta a circa 118.879 unità:

  • circa 91.000 sono i posti messi a bando o da bandire nel comparto Scuola,
  • 18.014 posti riguardano i concorsi inerenti al Dipartimento Funzione Pubblica
  • circa 9.875 sono i posti messi al bando da enti e amministrazioni varie (Regioni, Comuni, Servizio Sanitario, Università, Enti pubblici non economici, Enti di ricerca e Avvocatura dello Stato. Nel dettaglio:
    • Regioni: 2.600
    • Servizio sanitario: 3.371
    • Comuni: 2.636
    • Università: 842
    • Enti pubblici non economici :279
    • Enti di ricerca: 125
    • Avvocatura dello Stato: 12

Ci sono anche regole specifiche per 2.243 posti messi a bando per Enti locali e Regione Campania e per 1.512 unità a tempo indeterminato presso il Comune di Roma.

=> Assunzioni PA: bando di concorso per 2800 tecnici al Sud

Linee guida per le prove d’esame

  • la durata della prova in presenza e a partire dal 3 maggio 2021 è al massimo di 1 ora;
  • candidati e personale dell’organizzazione devono effettuare il tampone nelle 48 ore antecedenti (anche se vaccinati);
  • è previsto l’utilizzo degli strumenti informatici e digitali con il rispetto della normativa sulla tutela dati personali, tracciabilità, sicurezza;
  • sono previste sedi decentrate (in ragione del numero dei candidati), per limitare al massimo gli spostamenti;
  • è obbligatorio indossare la mascherina FFP2 fornita dall’organizzazione;
  • è obbligatorio prevedere adeguati ricambi di aria e distanziamento tra i candidati;
  • è necessario organizzare percorsi differenziati per ingressi e uscite;
  • è prevista la collaborazione con il sistema di protezione civile regionale e nazionale per l’organizzazione e la gestione delle prove.