Vaccini e privacy: invio dati dalle scuole alle Asl

di Teresa Barone

scritto il

Il provvedimento urgente emanato dal Garante della Privacy per agevolare il flusso di dati tra scuole e Asl.

Il Garante della Privacy si è espresso riguardo le procedure che scuole e Asl dovranno a breve seguire per garantire il rispetto della nuova normativa sugli adempimenti vaccinali.

=> Obbligo vaccinale: indicazioni per le scuole

Le scuole pubbliche e private (comprese quelle per l’infanzia) potranno inviare alle Asl gli elenchi degli iscritti, trasmessi alle strutture sanitarie al fine di permettere la verifica della regolarità vaccinale. Il provvedimento urgente stabilito dal Garante consente un trattamento dei dati personali che la nuova legge renderà operativo solo dal 2019.

In questo modo, ci saranno meno oneri burocratici per le famiglie e alle pubbliche amministrazioni e il flusso di dati potrà essere trasmesso rapidamente, fermo restando che le aziende sanitarie potranno spontaneamente inviare i certificati vaccinali alle famiglie ancora prima che vengano richiesti per essere consegnati a scuola.

=> Decreto vaccini: vademecum online

«Con il nostro provvedimento – afferma il Presidente Antonello Soro – è ora consentita la trasmissione dei registri degli iscritti dalle scuole alle Asl. Al momento, invece, manca un’adeguata base regolamentare che consenta il flusso inverso, ovvero la trasmissione di dati sensibili dalle Asl alle scuole. Resta naturalmente ferma la nostra disponibilità a esaminare ogni soluzione normativa che possa eventualmente introdurre ulteriori semplificazioni.»

Fonte immagine: Shutterstock