TripAdvisor volano per il turismo in Italia

di Teresa Barone

scritto il

Le recensioni social contribuiscono a potenziare il turismo in Italia e piacciono al Mibact.

TripAdvisor rappresenta una risorsa preziosa per il turismo nella penisola, che ha visto aumentare occupazione e spesa proprio grazie alla popolare piattaforma di recensioni social.

=> Turismo e cultura: Comuni poco smart

Sono 600mila i viaggi turistici generati in Italia nel 2014 grazie a TripAdvisor, come si evince dal report elaborato da Oxford Economics. Cifre che riconosciute e apprezzate anche dal Ministero dei Beni Culturali, come sottolinea Francesco Palumbo, direttore generale Turismo del Mibact:

«TripAdvisor è diventato un interlocutore nella raccolta di dati che consentono di discutere e orientare più in generale anche gli indirizzi strategici e di governance del turismo. Quest’ultimo aspetto è particolarmente rilevante in considerazione della forte attenzione alla raccolta dei dati nell’ambito del percorso partecipato di costruzione del Piano Strategico del Turismo 2016 che è di prossima approvazione.»

Il portale si rivela utile non solo nella scelta delle strutture ricettive e la ristorazione ma anche per quanto riguarda i Musei e i luoghi della cultura, protagonisti delle recensioni condivise dagli utenti della rete. 

«È interessante notare che TripAdvisor sta avendo un duplice effetto sulla spesa di viaggio – ha affermato Valentina Quattro, portavoce di TripAdvisor per l’Italia. – Da un lato i visitatori stanno risparmiando sulla spesa giornaliera utilizzando il sito per trovare offerte migliori e, dall’altro, la sicurezza che acquisiscono leggendo le recensioni porta a una crescita del numero dei viaggi e della loro durata.»