Sicurezza stradale: la campagna del MIT

di Teresa Barone

scritto il

Sicurezza stradale: la campagna del MIT

Sensibilizzare chiunque si metta alla guida di un’auto o di un altro mezzo sull’importanza di rispettare le principali regole per garantire la sicurezza stradale, per sé stessi e per gli altri: questo l’obiettivo della nuova campagna lanciata dal Ministero dei Trasporti attraverso spot diffusi sui principali media, promossa anche attraverso i social network per raggiungere soprattutto gli utenti più giovani.

=> L’omicidio stradale è reato

La campagna di comunicazione “Sulla buona strada” (con il claim  “Tornare indietro è impossibile: resta sulla buona strada”) comprende cinque spot che mettono in guardia su alcune cause di incidenti mortali: mancato uso delle cinture anteriori e posteriori, uso del telefonino alla guida, eccesso di velocità e mancanza di attenzione, mancato uso del seggiolino per i bambini e delle luci in bicicletta.

«Mettersi per strada è una cosa seria – sottolinea il Ministro Graziano Delrio – Le cause di incidenti mortali sono principalmente legate ai comportamenti personali. Quando ci mettiamo alla guida di un’auto o di altri mezzi, siamo tutti chiamati alla responsabilità verso la nostra vita e quella degli altri. Il rispetto di misure semplici, ma obbligatorie, come l’utilizzo di cinture posteriori e anteriori o del seggiolino per i bambini,  contribuirebbe in modo importante alla salvezza di vite umane.»

Su Twitter la campagna viene diffusa attraverso l’hashtag #sullabuonastrada, mentre su Facebook può essere seguita dalla pagina ufficiale del MIT aperta proprio per questa occasione.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!