Turismo creativo per i giovani di Roma Tre

di Teresa Barone

scritto il

Studenti universitari di Roma Tre e giovani maturandi lavoreranno fianco a fianco per valorizzare il patrimonio culturale della Capitale.

I giovani di Roma Tre nelle scuole alla scoperta del territorio?: questo il nome scelto per il progetto pilota promosso dall?ateneo per valorizzare la zona di Roma Capitale e tutto il patrimonio culturale custodito al suo interno, dove sono collocati anche numerosi edifici dell?Università.

=> Scopri il progetto di Roma Tre per la mobilità sostenibile

Un?iniziativa che, sotto la responsabilità di Marinella Rocca Longo (direttore del Master in Linguaggi del Turismo e Comunicazione Interculturale), si propone di agevolare il contatto e culturale tra la comunità degli studenti universitari (di quattro diversi livelli: triennale, magistrale, master e dottorato) e gli studenti che frequentano le ultime classi delle scuole superiori.

Entrambe le “categorie?, infatti, sono coinvolte nel progetto che si basa sull?avvio di attività comuni mirate a scoprire e valorizzare tutte le aree di particolare interesse culturale, scientifico ma anche artistico e residenziale presenti nell?area.

«L?area Ostiense – si legge nel comunicato che illustra il progetto – si presta in modo esemplare, poiché si compone di un ricco patrimonio tangibile (il Museo Centrale Montemartini, la Basilica di San Paolo, la Piramide Cestia, il Cimitero Acattolico, i nuovi edifici delle diverse Facoltà, alcuni frutto di riqualificazione di strutture già esistenti e altri frutto di progettualità architettonica innovativa e, ultimamente, il teatro Palladium e gli ex Mercati Generali) e di un patrimonio intangibile dotato di grandi potenzialità (congressi, eventi culturali, festival organizzati dall?Ateneo, attività legate al Teatro Palladium, e inoltre, realtà produttive tradizionali, luoghi di cultura e svago rivitalizzati dalla presenza dell?Ateneo, in una zona precedentemente problematica e decadente della città).»

Protagonisti del progetto saranno, in una prima fase, gli studenti universitari di Roma Tre: guidati da esperti e docenti, infatti, esploreranno alcune zone di interesse artistico culturale per programmare percorsi di studio e visite da proporre ai più giovani studenti delle scuole superiori che aderiranno all?iniziativa. Sia le lezioni sia le visite guidate impiegheranno i più moderni strumenti informatici e comunicativi.

Quali i vantaggi dell?iniziativa? Se gli studenti dell?Università potranno ottenere il riconoscimento di cfu come “materie altre/stage? e maturare esperienza sul campo, gli studenti prossimi alla maturità acquisiranno un credito formativo in vista dell?esame di Stato e avranno la possibilità di utilizzare il percorso turistico-culturale che scaturirà dal progetto per realizzare la mappa concettuale da illustrare in sede d?esame.

=> Scopri le Università migliori del mondo

Il Comune di Roma, infine, vedrà crescere la fruizione dei luoghi di interesse da parte di un pubblico molto attento e, soprattutto, eterogeneo.