PA italiana poco attenta alla privacy

di Teresa Barone

scritto il

Aziende e Pubbliche Amministrazioni poco attente alla tutela dei dati personali: il Garante avvia controlli serrati.

Solo nel corso del primo semestre del 2014 il Garante della Privacy ha avviato 196 ispezioni, e riscosso multe fino a 2,5 milioni di euro, per sanzionare le aziende e le Pubbliche Amministrazioni poco attente alla tutela dei dati personali.

=> Scopri le regole del Garante per proteggere i dati online sulla salute dei cittadini

Un bilancio caratterizzato da cifre importanti che mostra, in ambito pubblico, come le PA mostri ancora notevole arretratezza in materia di privacy e sicurezza. Grazie alla collaborazione con le Unità Speciali della Guardia di finanza – Nucleo speciale privacy, sono state sottoposte a controlli serrati tutte le attività legate ai pagamenti elettronici, all?e-commerce e alla verifica delle norme di sicurezza degli utenti delle reti Tlc e Internet.

=> Leggi le linee guida del Garante della Privacy per il trattamento di dati personali

Con il secondo semestre dell?anno in corso, tuttavia, il Garante ha avviato il piano di ispezioni che andrà a monitorare, soprattutto, la gestione dei dati personali da parte dei medici di base (pediatri compresi) e delle PA che consentono agli utenti di accedere alla rete attraverso reti WiFI gratuite.