Ricercatori italiani connessi con Gastone RRM

di Teresa Barone

scritto il

Nasce una nuova piattaforma che consente l?interazione tra i ricercatori italiani e il Ministero della Salute.

Prende il via una nuova piattaforma mirata ad agevolare la comunicazione tra le varie realtà della ricerca sanitaria in Italia: con Gastone RRM (Research Relation Management), nato dal Gruppo Gastone CRM Italia, i ricercatori della penisola potranno interagire sia con il proprio istituto sia con il Ministero della Salute, partner dell?iniziativa insieme a i 46 IRCCS (Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico).

Attraverso la piattaforma, inoltre, anche il Ministero può verificare lo scambio di informazioni e intervenire per approfondire le tematiche e le problematiche emerse grazie all?operato dei ricercatori.

I vantaggi del nuovo sistema di interscambio di dati sono notevoli, a partire dalla possibilità di creare un database aggiornato in tempo reale fino all?opportunità di gestire le richieste dei ricercatori con la funzione Trouble-Ticket. Le comunicazioni, inoltre, possono avvenire attraverso una molteplicità di canali, dalla email al fax fino alla posta cartacea e agli SMS.

«Gastone RRM è il frutto di un intensa collaborazione tra un Ente Pubblico e e Gastone CRM Italia. Siamo una realtà che fa della ricerca continua in tecnologie d?avanguardia il suo punto di forza. Stiamo investendo molto sul mondo delle Università e della Ricerca, in modo da riversare sul mercato italiano e internazionale i progetti che vengono sviluppati dai nostri laboratori».

Così afferma Graziano Bitetti, amministratore delegato del Gruppo Gastone CRM LTD.