Olimpiadi italiane di informatica al via

di Barbara Weisz

scritto il

Appuntamento a Sirmione, dal 29 settembre al primo ottobre, sul lago di Garda, per i 78 studenti delle superiori finalisti dell'edizione 2011 delle Olimpiadi di Informatica. E l'anno prossimo ci sono le Olimpiadi Internazionali.

Conto alla rovescia iniziato: si apre domani, 29 settembre, l’edizione 2011 delle Olimpiadi Italiane di Informatica, organizzate come sempre in collaborazione con il ministero dell’Università e della Ricerca. In gara, 78 studenti, da tutte le scuole superiori italiane, che si danno appuntamento al Garda Village di Sirmione.

Le gare si concluderanno il 30 settembre, mentre il primo ottobre sarà il giorno delle premiazioni.

Alla fase di selezione dell’edizione di quest’anno hanno partecipato oltre 10mila studenti di 441 scuole. I migliori 78 si sfideranno nelle finali di Sirmione. Dovranno risolvere problemi complessi attraverso la creazione di algoritmi da trasformare in programmi informatici. La valutazione delle prove avverrà attraverso un software, creato in Italia e sperimentato per la prima volta l’anno scorso, che consentirà di monitorare in tempo reale l’andamento della competizione.

Come accade nelle olimpiadi internazionali, verranno assegnate medaglie d’oro, d’argento e di bronzo, secondo criteri legati al punteggio ottenuto.

Ma per coloro che emergeranno in questa gara finale, il percorso olimpico non è terminato: formeranno infatti il gruppo dei “probabili olimpici”, che nei mesi prossimi sarà impegnato in un programma di allenamenti al termine del quale saranno scelti i “campioni” che rappresenteranno l’Italia alle Olimpiadi Internazionali di Informatica 2012.

Fra l’altro, l’edizione 2012 delle Olimpiadi Internazionali si terrà proprio in Italia, sempre a Sirmione, nel settembre del prossimo anno. Le selezioni verranno curate da un team di docenti e ricercatori universitari.

E ancora, per i primi classificati delle olimpiadi italiane, quelle dei prossimi giorni, ci sono delle borse di studio della Banca d’Italia per partecipare a stage di aziende del settore tecnologico.

«L’appuntamento con le Olimpiadi Italiane è il punto di partenza del percorso che ci porterà fra un anno ad ospitare in Italia la competizione internazionale» sottolinea Giulio Occhini, Direttore di AICA, l’associazione italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, che prosegue: «sarà un anno intenso nel quale intendiamo mettere al centro dell’attenzione il valore dell’informatica e ICT per i nostri giovani, per le loro opportunità professionali e personali, e per garantire al nostro paese i talenti e le competenze necessari per la società e l’economia del futuro».

L’Aica è organizzatrice delle Olimpiadi Informatiche, insieme al Miur, attraverso l’Ufficio Scolastico della Regione Lombardia, e con la collaborazione della Provincia di Brescia, del Comune di Sirmione e del Politecnico di Milano.

I Video di PMI