Calano i prezzi della banda larga

di Roberta Donofrio

scritto il

Un'analisi di Point Topic ha analizzato per aree geografiche i prezzi dei servizi di connessione. Gli abbonati a banda larga in tutto il mondo stanno spendendo sempre meno

Il costo dei servizi di connessione è in continua diminuzione. È quello che sostiene un’indagine della Point Topic, la società di ricerca che ha analizzato i prezzi medi delle tecnologie di accesso alla rete per aree geografiche negli ultimi tre trimestri del 2008.

In sostanza nel primo trimestre gli utenti a banda larga pagavano 66,75 dollari ad abbonamento contro i 53,32 del terzo, mentre il prezzo medio di abbonamento per il cable Internet è sceso di oltre il 12% e quello per le connessioni in fibra ottica del 6,5.

In tutto i paesi il fattore che ha influito maggiormente sul calo dei prezzi è la competitività delle offerte da parte degli operatori, tuttavia esistono ancora grosse differenze nel costo d’accesso nelle aree geografiche prese in considerazione. Per fare un esempio il prezzo medio per megabit con connessione DSL in Medio Oriente ed Africa è di circa 46 dollari, in Europa Occidentale è 6,23 dollari, in Nord America e in Asia Pacifico, invece, è rispettivamente di 16,10 e 3,80 dollari.

Dalla ricerca Point Topic poi un’ulteriore dato: la fibra è risultata la tecnologia di accesso più economica a livello mondiale con prezzi quattro volte più bassi del cable e dieci volte più bassi della DSL nel terzo trimestre.

Per Oliver Johnson Ceo della compagnia il futuro della banda larga dipende sempre di più dalla diffusione della fibra ottica: «La tecnologia DSL avrà tempi veramente duri, e vedremo una graduale erosione della sua quota di mercato».