Consolati online: niente code per i passaporti

di Roberta Donofrio

scritto il

Presentato a Forum Pa il progetto della Farnesina per il Consolato Digitale, che consentirà agli italiani residenti all'estero di accedere ai servizi dei consolati direttamente dal Web

Sarà attivato entro l’autunno del 2009 il Consolato digitale, il sistema con cui la Farnesina fornirà ai nostri connazionali che vivono all’estero tutti i servizi erogati dagli uffici consolari attraverso la rete.

La lontananza geografica dalle sedi consolari non sarà più un problema: servizi anagrafici e notarili, rilascio e rinnovo di passaporti, carte d’identità e patenti di guida, voto dall’estero, assistenza e sicurezza sociale, attività culturali e visti d’ingresso per cittadini stranieri saranno a portata di click.

A presentare l’iniziativa durante il Forum della Pubblica amministrazione sono stati Carla Zuppetti, direttore generale per gli Italiani all’estero e le politiche migratorie della Farnesina, e Massimo Civitelli, capo servizio per l’Informatica, la comunicazione e la Cifra del ministero degli Esteri.

Si prevede che entro la fine del 2008, il 50-60% delle rappresentanze consolari entreranno nel Sistema integrato delle funzioni consolari (Sifco), una piattaforma telematica che permetterà di ottimizzare le procedure di lavoro; successivamente si passerà all?attivazione dei servizi consolari via Web.

Il progetto, ha spiegato Zuppetti, «permetterà la messa a sistema di tutte le informazioni anagrafiche in possesso della Farnesina e la possibilità di incrociarle con i dati di altre amministrazioni. I servizi, inoltre, raggiungeranno una popolazione di italiani all’estero che è quasi pari, in termini numerici, a quella residente sul territorio nazionale, se si pensa che solo in Brasile i cittadini di origini italiane sono 24 milioni».