Lazio, Picolab contro il digital divide

di Marianna Di Iorio

scritto il

LAit, la società per l'informatica della Regione Lazio, ha iniziato i lavori che prevedono l'erogazione di servizi gratuiti per la connettività a banda larga a diversi Comuni del Lazio

Picolab, Piccoli Comuni Larga Banda: è questo il nome del progetto ambizioso voluto da LAit, la società per l’informatica della Regione Lazio. Obiettivo? Promuovere l’erogazione di servizi gratuiti di connettività a banda larga a 8 Comunità Montane e a più di 180 Comuni delle 5 province del Lazio.

Per ridurre il digital divide, LAit ha stipulato lo scorso mese un contratto per un importo superiore a 3 milioni di euro. «Dotare i piccoli comuni di infrastrutture tecnologiche avanzate è fondamentale per garantire la competitività del territorio e sfruttare al meglio le opportunità offerte dal processo di innovazione tecnologica», ha dichiarato Mario Michelangeli, Assessore regionale alla Tutela dei Consumatori e Semplificazione Amministrazione.

«Grazie a Picolab – ha aggiunto ancora l’Assessore – la Regione Lazio compie un ulteriore passo avanti, sulla strada dell’abbattimento del digital divide, premessa essenziale per migliorare la capacità di comunicazione ed interazione dei piccoli Comuni del Lazio che attualmente non dispongono di tecnologie adeguate».

Entro quattro mesi dovrebbe essere garantita la connessione per il 50% delle sedi municipali. Inoltre, è previsto il collegamento anche per 155 farmacie e 34 scuole.

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti