L’identità aziendale, fondamentale segno distintivo

di Rosaria Di Prata

scritto il

"Farsi riconoscere" nel mercato attuale per una nuova azienda può essere spesso difficile. L'importante è non arrendersi

L’identità aziendale è ciò che contraddistingue un’azienda da un’altra. Costruire una propria immagine che sia “valida” sul mercato, vuol dire lavorare per essere competitivi e riconoscibili. Un’impresa all’inizio della sua attività deve porsi degli obiettivi ben precisi affinché l’input di presentazione abbia un esito positivo.

Gli obiettivi da prefissarsi sono: lavorare perseguendo i medesimi fini, puntando all’accrescimento della “notorietà” del marchio e della qualità dei prodotti. Affinché l’azienda possa rilevare esiti ragguardevoli, è necessario che l’identità sia “forte” e contraddistinta. Imporsi cercando di farsi largo è sempre inizialmente difficile perché si è ostacolati in vari modi dalle aziende dello stesso settore, presenti da diversi anni in quell’ambito.

Non bisogna assolutamente lasciarsi scoraggiare ma dev’essere un modo per sentirsi spronati a lavorare indefessamente per raggiungere nel giro di un anno un buon posizionamento. L’azienda è riconoscibile attraverso degli elementi fondamentali che sono rilevati nel marchio, che comprendono un’immagine e magari riportano anche una sigla e la qualità del prodotto.

La fase di pubblicità consente all’azienda di distinguersi ed essere identificata con maggiore facilità. Coloro che lavorano al comparto pubblicitario e grafico devono realizzare qualcosa che sia in grado di colpire il consumatore, il quale ne deve essere attratto e folgorato affinché si focalizzi nell’approfondimento di quel dato prodotto senza che il suo sguardo possa esser interessato ad altri prodotti simili. 

Il consumatore inizia in questo modo a familiarizzare con una nuova presenza che stimola la sua curiosità all’acquisto, ed è proprio in questo momento che entra in gioco la qualità superiore. Realizzare un prodotto diversificato vuol rappresentare anche una qualità che sappia essere competitiva dal punto di vista del prezzo.

Nella “giungla del consumismo” diventa sempre più difficile essere identificati perché si è attratti da tanti, troppi, prodotti della stessa categoria. Per tali ragioni, l’azienda di prima nascita incontra serie difficoltà nel potersi far spazio e deve avere assolutamente delle idee creative per essere facilmente identificabile.

Ottimo investimento è certamente quello pubblicitario, poi ovviamente dipende dalla realtà aziendale, ma se si hanno gli adeguati mezzi è bene usare ogni strumento, da quella televisivo a quella cartaceo fino ad arrivare anche al volantinaggio.

Si tratta di tecniche che devono essere sperimentate per verificarne la loro validità, altrimenti si rischia di essere eccessivamente legati a una teoria dell’ottima gestione aziendale senza perseguire risultati positivi. È importante non scoraggiarsi perché i fattori influenzati sulla riconoscibilità di un prodotto potrebbero essere dati anche dalla negatività del periodo economico, quindi possiamo definire tutto il lavoro del team vincente, ma il consumatore pur essendo attratto dalla novità non ha la disponibilità per poter “provare”. L’identità aziendale deve essere comunque e sempre tutelata perché rappresenta il primo approccio con il mercato, quindi è fondamentale preservarne l’esclusività.

I Video di PMI