Non essere motivati

di Francesca Vinciarelli

scritto il

La motivazione sul lavoro serve per produrre al meglio un lavoro sempre ottimale, ma quando manca ecco come recuperarla.

La motivazione si trova alla base di un buon lavoro, ma spesso tende a diminuire e si perde durante le molteplici ore di lavoro.

=> Team leader: ispirare e motivare

Un pensiero che dovrebbe riguardare in primis le aziende, proprio per questo per motivare i dipendenti un buon manager deve infatti avere una spiccata capacità a coinvolgere il team nella crescita dell’impresa per cui si lavoro. Il manager deve creare un team affiatato dove i lavoratori dedicano forza ed energia sia per lo stipendio sia per il successo dell’azienda.

=> Manager e professioni digitali

Ma come motivare nel modo migliore i dipendenti? Con i complimenti, con poche critiche, con i premi e con l’appoggio giusto. I complimenti possono aiutare i dipendenti a ritrovare la stima in se stessi. Terminare un progetto nel migliore dei modi dovrebbe essere il dovere di chi lavora, ma dare riconoscimenti ai dipendenti per quello che fanno dovrebbe essere il dovere di un buon manager. Per coinvolgere il team inoltre bisogna saper anche comandare e criticare, nel primo è vietato imporre. La via migliore è quella di instaurare da subito un rapporto sulla comunicazione, così da dialogare con il team senza nessun problema su quali sono i progetti da fare e quali sono le scadenza da rispettare, se il team si fida del proprio responsabile non avrà bisogno di nessun obbligo per incominciare il lavoro.