Prada, vendite boom nel 2012

di Carlo Lavalle

scritto il

Prada: balzo in avanti dei ricavi per la multinazionale della moda italiana che registrano una crescita del 36,5%.

Buone notizie per il settore della moda italiana. Nei primi 6 mesi del 2012 le vendite della casa Prada sono incrementate del 36,5% permettendo di  raggiungere un fatturato di 1.547,8 milioni di euro.

In questo spazio di tempo il gruppo diretto dall’amministratore delegato Patrizio Bertelli ha fatturato più dell’intero 2009. A determinare la forte crescita dei ricavi è stata la strategia basata sullo sviluppo del canale retail che registrato un risultato di 1.229,4 milioni di euro, pari all’80,6% delle vendite totali, e una crescita del 47,2% comparata allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre il settore all’ingrosso ha segnato un incremento del 4,8%.

Importante per il conseguimento di obiettivi così lusinghieri è stato aumento dei negozi a gestione diretta. Nel 2011 sono stati aperti 80 punti vendita e altri 28 negozi nel primo semestre 2012, per un totale di 414 vetrine a gestione diretta o DOS (Directly Operated Stores), di cui 263 Prada, 102 Miu Miu, 43 Church’s e 6 Car Shoe.

I punti vendità di proprietà (+47,2%) hanno peraltro una performance più elevata rispetto al canale wholesale (+4,8%). A livello geografico tutte le aree in cui è presente la multinazionale della moda, fondata nel 1913 da Mario Prada, hanno concorso ad un incremento delle vendite ma il più forte impulso è stato realizzato nella zona Asia Pacifico con una crescita del 45% dei ricavi che in Italia invece hanno toccato una percentuale del 21% mentre Europa il 37,3%, in America il 31% e in Giappone il 34,2%.

Davanti a queste cifre, Patrizio Bertelli ha espresso la sua soddisfazione per i risultati conseguiti anche in un contesto economico di particolare difficoltà, segno che il mercato continua a premiare il costante impegno di Prada nello stile e nella ricerca della qualità. I dati completi dell’andamento dell’azienda nel primo semestre 2012 saranno diffusi il prossimo 24 settembre.

I Video di PMI

Partite IVA dipendenti