Fisco 2013, tra spesometro e anagrafe conti correnti

di Teresa Barone

scritto il

Tutte le novità fiscali che attendono dietro l?angolo, dal controllo dei conti correnti allo spesometro, passando per Imu, Iva e Tares.

A partire dalle prossimi mesi entreranno in vigore alcune importanti novità fiscali, molte delle quali basate sulla lotta all’evasione, come il redditometro, lo spesometro e il controllo dei conti correnti. A queste, si accompagnano l’arrivo della Tares e il ritorno dell’Imu.

Se il redditometro, che agirà a partire da mese in corso, andrà a scandagliare il reddito dei contribuenti selezionati a campione per scovare chi non dichiara le spese e le entrate effettive, lo spesometro sarà attivo da luglio e si basa sull’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti ai fini Iva basate su cifre superiori ai 3mila euro soggette a fatturazione, e superiori ai 3600 euro soggette a emissione di corrispettivi.

=> Leggi i consigli per gestire il controllo sui conti correnti

Il controllo dei conti correnti, invece, partirà da aprile e introdurrà l’obbligo da parte degli istituti di credito (banche, Sgr, Sim, assicurazioni, fiduciarie) di comunicare tutti i movimenti dei contribuenti all’Anagrafe Tributaria, compresi gli addebiti e gli accrediti, l’accesso alle cassette di sicurezza e la gestione delle carte di credito.

=> Scopri come funziona il Redditest

Il 18 giugno arriverà per gli italiani il secondo appuntamento con il pagamento dell’Imu sugli immobili, mentre a partire da luglio l’Iva subirà un aumento passando dal 21% al 22%. Sempre a luglio scade la prima rata della Tares, la nuova tassa sui rifiuti e i servizi comunali.

I Video di PMI

Partite IVA dipendenti