La spending review si abbatte sui dirigenti Rai

di Teresa Barone

scritto il

Compensi ridotti per i top manager Rai: tetto massimo 240mila euro annui.

Anche i dirigenti Rai non potranno guadagnare più di 240mila euro annui: lo ha stabilito il Consiglio di Amministrazione accogliendo una proposta avanzata dal direttore generale Luigi Gubitosi, e sarà proprio quest’ultimo (insieme al presidente Annamaria Tarantola e ad altri 43 top manager) a percepire un compenso ridotto.

=> Scopri i programmi del Governo Renzi per i manager pubblici

Una misura varata in “via precauzionale” che coinvolgerà anche Lorenza Lei (ex direttore generale), Antonio Marano, il direttore di Rai1 Giancarlo Leone e il direttore del Tg Mario Orfeo.

Il tetto sarà imposto alle retribuzioni dirigenziali tenendo conto anche dei vari benefit concessi al management della Rai, come le auto aziendali.

Stando alle cifre rese note da Gubitosi solo poco tempo fa, infatti, i dirigenti che percepiscono un compenso che super i 500mila euro all’anno sono tre sul totale di 300, mentre uno porta a casa una retribuzione compresa tra i 400 e i 500mila euro, 4 guadagnano tra i 300 e i 400mila euro, 34 hanno una busta paga che riporta una cifra compresa tra i 200 e i 300mila euro, 190 percepiscono tra i 100 e i 200mila euro e per 68 è previsto un compenso inferiore a 100mila euro.

=> Leggi perché i dirigenti italiani sono esclusi da mobilità e Cig

I Video di PMI