Campidoglio: online i redditi dei dirigenti

di Redazione PMI.it

scritto il

Le novità del piano anticorruzione voluto dall?assessore Sabella: online i redditi e i curriculum vitae dei dirigenti attivi al Campidoglio.

A partire dalla fine di aprile i dirigenti attivi al Capidoglio dovranno rendere pubblici i loro redditi, mettendo online sia lo stato patrimoniale sia i curriculum vitae: lo prevede la nuova normativa che integra nuovi obblighi al piano triennale di prevenzione della corruzione, finora valido solo per le figure elette, come il Sindaco e gli assessori, i Presidenti di municipio e i Consiglieri.

=> Le aziende più generose con i manager

Ad annunciare le novità (in linea con il programma voluto dal Sindaco Marino) è l’assessore alla Legalità Alfonso Sabella:

«Dopo Tangentopoli il legislatore ha progressivamente separato l’indirizzo politico dalla gestione amministrativa, col risultato che le mazzette date alla politica si sono spostate sui dirigenti, ormai in buona parte titolari del potere decisionale. Il problema è che noi non abbiamo mai previsto per la dirigenza le stesse regole sulla trasparenza applicate alla politica, ed è proprio quello che vorremmo fare adesso.»

Secondo Sabella, si tratta di regole necessarie per contrastare la corruzione che, spesso, riguarda proprio chi ricopre incarichi apicali. Rendere pubblici e consultabili i redditi dei dirigenti da parte dei cittadini, quindi, rappresenta una strategia di controllo efficace.

=> Stipendi dei manager fermi al 2010

A essere coinvolti nelle nuove norme sono anche i Municipi e le società partecipate:

«In sostanza – afferma Sabella – voglio sapere se il capo dipartimento o il direttore generale dell’azienda tal dei tali ha la Porsche o la Panda, se ha la villa a Cortina o vive in un appartamento a Tor Bella Monaca. È dal tenore di vita che spesso emergono le contraddizioni.»