Stress da lavoro e miti da sfatare

di Teresa Barone

scritto il

Stress e difficoltà di conciliazione lavoro-famiglia, differenze di genere e difesa dalle malattie: tutte le false teorie sul malessere del secolo.

Un nuovo libro scritto da una esperta in Social Work svela cinque falsi miti in materia di stress, molti dei quali toccano da vicino coloro che soffrono di questo malessere nel mondo del lavoro. A essere messo in dubbio non è lo stress in se, sempre più diffuso tanto da essere tenuto sotto controllo anche all’interno delle aziende, ma bensì alcune teorie radicate ma, probabilmente, del tutto false.

Nel suo “One Nation Under Stress: The Trouble With Stress as an Idea”, la dottoressa Dana Becker – docente di Social Work al Bryn Mawr College – illustra i principali miti da sfatare che causano una percezione distorta dello stress e, di conseguenza, rendono difficile la gestione di questo malessere. Ecco le cinque false verità elencate nel volume, partendo da una teoria che tocca da vicino la sfera lavorativa femminile.

– Per limitare i conflitti tra lavoro e famiglia è necessario tenere sotto controllo lo stress: secondo la Becker non sempre c’è attrito tra carriera e vita privata, ma a essere in contrasto sono la professione e la carenza di servizi pensati per agevolare la cura dei figli da parte delle madri lavoratrici. È su questi aspetti che bisognerebbe agire per favorire la conciliazione dei tempi, non sulle strategie per ridurre lo stress in rosa.

=> Scopri perché lavorare troppo causa depressione

– Per ridurre lo stress basta dormire a sufficienza, fare esercizio fisico e condurre un regime alimentare bilanciato: questa è una delle principali false credenze legate alla prevenzione dl fenomeno, che secondo Dana Becker non si combatte seguendo questa trilogia di principi, necessaria per garantire uno stile di vita sano ma del tutto insufficiente a “curare” lo stress se non vengono individuate le cause effettive.

– Le persone stressate si ammalano di più: ecco un altro falso mito molto diffuso ma non veritiero, infatti lo stress non aumenta il rischio di malattie sebbene abbia effetti negativi sul sistema immunitario (ad affermarlo è uno studio che ha monitorato  oltre 300 ricerche inerenti proprio la relazione tra lo stress e le difese contro i malanni).

– Da un evento traumatico deriva sempre un episodio di stress post-traumatico: secondo la Becker, nella maggior parte delle persone questo legame di causa-effetto non si verifica.

=> Scopri se c’è un legame tra stress da lavoro e tumore

– Stress e differenze di genere: le donne e gli uomini non rispondono in modo diverso allo stress, soprattutto a livello ormonale, e non ci sono prove che l’ossitocina sia responsabile di una particolare reazione che caratterizzerebbe l’universo femminile.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari