Parlare con il capo

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Quando si fallisce in un progetto si deve comunicare al capo ecco come farlo nel modo migliore.

I progetti prefissati non vanno sempre nel migliore dei modi. Nel mondo del lavoro quando si fallisce bisogna comunicarlo al capo, ma come farlo nel modo più corretto.

Bisogna ricordare sopratutto il tono che si usa e fare molta attenzione a come ci si pone al proprio capo, evitare di essere troppo aggressivi e arrabbiati per il fallimento avuto, evitando anche di porsi come una vittima. In poche parole bisogna trovare un equilibro, facendo capire la delusione ma anche essere pronti a prendersi tutte le conseguenze. L‘errore peggione è cominciare ad incolpare, fattori esterni, colleghi o ad altri elementi. Se vi mostrerete responsabili il capo apprezzerà da subito il vostro comportamento.

=> Rapporto capo-dipendente: come dovrebbe essere?

Dopo aver capito in che modo porsi, bisogna spiegare quello che è accaduto, in questo fase del discorso spiegate nel modo più sincero possibile tutto quello che è successo, non bisogna omettere nessun passaggio, questo serve per rendere consapevole il capo di ciò che è successo avendo realmente tutto il quadro della situazione.

Il capo avrà probabilmente più esperienza e avrà già passato questo genere di situazione ecco perché potrete chiedere dei consigli e potete così ricominciare il lavoro nella maniera migliore.

=> Le cose da non dire mai a un boss 

Ed infine ricordatevi di scusarvi se l’errore fatto ha potuto danneggiare colleghi e clienti. Siate inoltre super disponibili per risolvere in tutti i modi gli eventuali danni causati.