Guida ai contratti di lavoro in Italia

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il contratto è l'accordo fra il datore di lavoro e il lavoratore, ecco quali sono tutte le tipologie.

Il contratto di lavoro è l’accordo fra il datore di lavoro e il lavoratore, attraverso il quale il lavoratore si obbliga a prestare la propria opera in cambio di una determinata retribuzione. Ma non solo i datori di lavoro hanno l’obbligo di fornire un luogo di lavoro sicuro e adatto alla tipologia di attività.

=> Manager a tempo determinato 

Esistono varie tipologie di contratti di lavoro, ecco quali sono:

  • contratto di lavoro subordinato;
  • contratti per la distribuzione dei prodotti;
  • contratti per la produzione di beni e la prestazione di servizi;
  • contratti bancari;
  • contratti d’assicurazione.

Più precisamente fanno parte dei contratti subordinati l’apprendistato, contratto di formazione, di inserimento, contratto di lavoro a tempo determinato, a tempo indeterminato, a domicilio, in cooperativa, ripartito, intermittente, di somministrazione lavoro, part time.

Si parla invece di lavoro parasubordinati, in quei casi in cui il collaboratore presta attività al datore di lavoro, non essendo però suo diretto dipendente. Per questi tipi di lavoro fanno parte i contratti per collaborazioni coordinate continuative, il lavoro a progetto, le collaborazioni occasionali.

Infine il lavoro autonomo i contratti per questa categoria sono gli appalti, lavoro accessorio e lavoro autonomo occasionale. Nonché sono quei lavoratori che scelgono come e dove lavorare ciò che conta è soltanto il raggiungimento dell’obbiettivo.

I Video di PMI