Le difficoltà di un lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Il lavoro può rivelarsi difficile, ecco perché si decide di cambiare strada.

Il lavoro non sempre soddisfa le proprie aspettative e tutto ciò con il tempo porta stress e stanchezza. Il lavoro dovrebbe basarsi sulla passione e sulla motivazione, solo così facendo si instaurerebbe veramente la voglia di lavorare con entusiasmo e positività. Ma al giorno d’oggi purtroppo ciò accade sempre di meno, che sia per colpa del periodo in cui ci troviamo, che sia per colpa degli studi fatti o di qualsiasi altra cosa, il lavoro che spesso di intraprende non è quello che rispecchia passioni e aspettative.

=> Perché cambiare lavoro 

Spesso per esigenza si accetta qualsiasi lavoro, non si ha la possibilità e neanche il tempo, di rifiutare una proposta di lavoro. Ma tutto porta delle conseguenze, sia per il fisico che per la mente, conseguenze che spesso portano dubbi e domande. Cambiare lavoro nei casi più estremi è l’unica soluzione, ed è spesso infatti la via presa da molti lavoratori insoddisfatti. Ma il lavoro sbagliato non è solo l’unico motivo che porta un lavoratore a cambiarlo.

=> Cambiare lavoro è la scelta giusta?

In Italia sono sempre più alte le percentuali dei lavoratori che cambiano volontariamente lavoro, ma perché?  la motivazione più comune è l’aumento dello stipendio, perché il lavoro sbagliato spesso non dipende solo dalle mansione, ma anche e purtroppo dallo stipendio. La passione per un lavoro può improvvisamente cessare proprio dalla retribuzione troppo bassa, costringendo un lavoratore a scegliere un’altra strada. Ci sono altri elementi però, meno stressanti, ma comunque con lo stesso fine, tra queste la voglia di cambiare, di crescere professionalmente, di reinventarsi e infine la necessità di dare una svolta alla propria vita.

 

 

I Video di PMI