Contro il fallimento

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Imprenditori, ecco i segreti per non fallire.

Il fallimento, una probabilità frequente per chi si dedica ad avviare la propria impresa. Non sempre il fallimento è il finale di qualsiasi errore, ma può essere la conseguenza di scelte e decisioni sbagliate.

=> Fallimento aziendale: cosa c’è dietro 

Per questo motivo è importante capire quali sono i punti di forza per raggirare un fallimento e per portare al contrario un’impresa al successo. Se si pensa che tutto deve essere focalizzato solo sull’impresa si commette già un errore. Per portare un’impresa al successo l’imprenditore deve raggiungere in primis un equilibrio emotivo e professionale essenziale.

L’imprenditore dovrà affrontare ogni giorno dubbi, paure, possibili cambiamenti improvvisi ed errori apparentemente irrecuperabili, proprio per questo l’imprenditore deve avere la capacità di non mollare mai, di trovare sempre la soluzione giusta, di essere positivo anche nei casi peggiori e di mantenere viva sempre la speranza. Se tutto ciò può sembrare banale, non lo è affatto, molte aziende falliscono proprio perché non hanno un valido imprenditore su tutto e per tutto, allo stesso tempo è anche vero che non è solo questo l’unico motivo per cui un’impresa fallisce, ma spesso è una delle cause maggiori. Tra gli altri si trova la paura del cambiamento, problematiche alla fine sempre di chi guida l’azienda.

=> Imprese, perché falliscono?

L’80% dei fondatori di un’azienda fallisce infatti in 18 mesi, coloro che riescono ad arrivare al successo non hanno paura di combattere, contro i dubbi le incertezze. Un imprenditore è il pilastro portante, deve emanare fiducia, motivazione e positività.

I Video di PMI

Regime forfettario: guida ai requisiti