Formazione di manager e dipendenti: il bello di farla insieme

di Chiara Basciano

scritto il

Dare valore ad una formazione condivisa per creare un ambiente di lavoro sano e compatto.

Il top manager arrivato al vertice della sua carriera dovrebbe essere soddisfatto di quello che ha raggiunto, ma continuare a mettere in discussione il proprio modo di lavorare e puntare ancora alla formazione è il segreto per continuare ad avere successo.

=> Vai ai trend della formazione

A causa del proprio ruolo di leadership i manager hanno sempre gli occhi puntati addosso, sono visti come coloro a cui ispirarsi e da cui copiare le strategie lavorative, per questo non possono rischiare di rimanere mai indietro. Inoltre se i manager non mettono in evidenza l’importanza della formazione, non seguendola in prima persona, rischiano di farla apparire come cosa di poco conto. Mostrare entusiasmo ed interesse per l’apprendimento sarà d’esempio per tutti i dipendenti.

=> Leggi come migliorare la formazione

Appoggiare un programma di formazione condiviso, che vada oltre le barriere dei ruoli e dei settori, significa adottare una strategia comune e costruire così un ambiente lavorativo compatto. Diversamente, se il manager se ne tira fuori rischia di crearsi un distacco, e da un lato ci saranno i dipendenti che stanno percorrendo una strada e dall’altro il manager che non capisce dove questa strada stia portando.

=> Scopri formazione e tecnologia

Da questo tipo di esperienza anche la comunicazione ne trarrà beneficio. Infatti ci sono aziende in cui i dipendenti temono il confronto diretto col manager, avendo un’esperienza di pari livello la distanza tra ruoli tenderà a sparire.

I Video di PMI

Regime forfettario: guida ai requisiti