Lo stress sul lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Sul lavoro lo stress rischia di distruggere i lavoratori, ecco cosa fare per evitare il peggio.

Quando si cerca lavoro si hanno delle aspettative quasi sempre positive su ciò che si incontrerà, ma la realtà che poi si presenta non le soddisfa mai a pieno.

=> L’ambiente lavorativo perfetto 

Fra i desideri dei futuri lavoratori si trovano buoni colleghi, buon capo, ambiente lavorativo sereno, giusta retribuzione e per i più speranzosi anche benefit per ogni esigenza. Ma se alcune mancanza possono essere facilmente sopportabili, altre al contrario, possono creare diversi problemi, sia sul lavoro e sia per la propria salute. In ufficio si passo molto tempo della propria vita, ma se queste ore vengono passate con colleghi scontrosi e sgarbati può rivelarsi stressante. Secondo alcuni studi infatti, proprio il rapporto con i colleghi è una delle fonti che causa lo stress da lavoro. Purtroppo non sempre i colleghi sono una spalla a cui chiedere aiuto, la maggior parte delle volte il rapporto scon i colleghi si basa soltanto su le continue liti e discussioni. Ma di certo i colleghi non sono l’unico ostacolo presente sul lavoro, anche lo stipendio troppo basso e il capo facilmente irritabile, provocano stress e stanchezza.

=> Lo stress da lavoro 

Sopratutto perché tutto ciò porta al lavoratore demoralizzazione, inoltre lo stress e la stanchezza abbassano anche la produttività, il danno quindi non compromette solo il lavoratore ma anche l’azienda. Ancora in fase di studi i metodi per creare un ambiente lavorativo piacevole e più produttivo, ma sopratutto ancora troppo poche le aziende che adottano tutte le tecniche per evitare lo stress causato dal lavoro. I lavoratori stressati sul lavoro sono moltissimi e le giornate di malattia prese dai lavoratori aumentano sempre più. Ma ciò non è irrecuperabile, basterebbero alcuni cambiamenti da parte dell’aziende per evitare questo problema.

=> Le cause dello stress

Per migliorare tale situazione sarebbero necesserie delle modifiche sul lavoro come, orari di lavoro più flessibili, convenzioni con asili nido, creazione di tutor per i neo assunti. Oltre le problematiche che lo stress porta ai lavoratori, alle aziende lo stress lavorativo costa ben 20 miliardi di euro l’anno.