Si parla di aumento

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Aumento argomento delicato e particolare, ecco in che modo chiederlo e quando.

 

Lo stipendio è ciò che più interessa ad un lavoratore, sin dai primi colloqui si cerca di contrattare una giusta retribuzione in base alle mansioni lavorative. Tutto ciò deve avvenire con molta delicatezza ed educazione. Il problema però non si interrompe solo alle fasi dei colloqui, ma si prolunga anche quando dopo un percorso lavorativo si sente la necessità ed il diritto di chiedere un aumento sullo stipendio.

=> Impegno dei dipendenti: cosa fare e cosa evitare

Crescere è un sogno che non deve mai essere abbandonato, ma ciò non fa parte solo per la carriera ma anche per il proprio stipendio, per questo alcune volte è importante prendere coraggio e chiedere l’aumento, ma come? In primis non bisogna chiedere un aumento di stipendio al momento dell’assunzione, un aumento è già difficile da ottenere, se poi non ci sono neanche i meriti per averlo si rischia soltanto di fare una brutta figura e una cattiva impressione, per ottenere inoltre una risposta del tutto negativa. Bisogna tentare almeno un paio di mesi dopo l’assunzione, facendo comunque attenzione ad alcuni elementi, tra questi la situazione economica dell’azienda. Qual è quindi il momento e il modo giusto?

=> Negoziare lo stipendio

Questa richiesta può sembrare fastidiosa e difficile da fare, ma se si hanno tutti i requisiti vuol dire che è arrivato il momento giusto. Può essere un’ottima occasione quando si cambia incarico oppure quando si aggiungono altre responsabilità al lavoro attuale, chiedendo direttamente al proprio superiore. Per evitare di cascare negli errori più comuni è vietato parlare di cifre, deve essere l’interlocutore a proporre un importo. Evitare qualsiasi ricatto e paragoni con colleghi.

 

=> Troppo bassa

Non bisogna dimenticare neanche di valutare alcuni elementi dell’azienda, ad esempio verificare le condizioni economiche dell’azienda, se l’azienda sta passando un periodo di crisi è meglio evitare brutte figure e rimandare la richiesta. Trovare il momento giusto, richiedere un incontro fissato in anticipo con il proprio superiore, evitare del tutto un incontro improvviso. Presentarsi ben vestiti e curati, l’apparenza ha sempre la sua importanza.

=> Stipendi più alti, si vola all’estero

Inoltre qualsiasi sarà la risposta del capo, bisogna in primis ringraziare ed accettare senza controbattere. Spesso però si da sempre la colpa all’azienda, non calcolando che la maggior parte delle volte, la colpa è propria. Per chiedere un aumento di stipendio si devono possedere dei requisiti ben precisi, spesso assenti. Non basta lavorare da diversi in anni in un’azienda o essere dei lavoratori modello, ma servono caratteristiche valide per motivare l’azienda ad accettare l’aumento. Il lavoratore deve saper conoscere i propri limiti e le proprie capacità, in poche parole non si può solo volere un aumento, si deve anche meritare.